PROVINCIA. Il Consigliere Ciro Petrarulo: “Ricostruiamo il centro sinistra”

Petrarulo conferma la sua ideologia di uomo politico di centro sinistra e invita alla coerenza ideologica sana e costruttiva

“Sono un uomo di centro sinistra, deluso non per il risultato quanto per l’atteggiamento assunto dal centro sinistra stesso in occasione dell’elezione del presidente della Provincia. In questo momento non voglio esprimermi sui candidati né sul vincitore, al quale faccio i miei migliori auguri.

Io ero all’opposizione con Tamburrano e all’opposizione rimarrò fino a gennaio. Qualora dovessi essere confermato, manterrò, coerentemente al mio pensiero politico, la mia posizione. La mia sarà sempre e comunque un’opposizione costruttiva, garantendo la mia credibilità all’interno del Consiglio Provinciale. I proclami e le dichiarazioni di guerra a poco servono in questo momento storico, come dimostrato dalle tante promesse ormai disattese dal Governo nazionale che vede proprio il territorio pugliese vittima di false promesse pre-elettorali.

Ero e sarò fino a quando farò politica al servizio di un unico padrone:“il cittadino”. Un’autocritica credo sia doverosa da parte di tutto il centro sinistra senza scuse e senza drammi, bisogna saper dire tutti insieme “Abbiamo sbagliato”.

Ora però si deve, senza perdere tempo, avere la capacità di scegliere i dirigenti che comporranno il centro sinistra che siano capaci di fare politica, capaci di assumersi le responsabilità dei propri errori e se è vero, come credo da sempre, che i partiti devono rappresentare nella loro organizzazione i cittadini con i loro bisogni e le loro necessità, si deve avere la capacità di fare autocritica mettendo da parte gli interessi personali che denotano solo attaccamento alle poltrone.

Vorrei si cominciasse subito un momento di confronto politico fatto di contenuti e non di contenitori che poi spesso rimangono vuoti. Tanto c’è da fare, se esiste ancora un centro sinistra, deve trovare la forza di alzarsi e ricominciare un cammino riformista. ILVA, discariche, aeroporto e sanità sono le priorità come anche scuola e infrastrutture necessitano di attenzioni che portino a una ricostruzione del territorio tarantino. Umilmente resto a disposizione di qualsiasi confronto o discussione che punti agli obiettivi sopra descritti”.

 

Lascia un commento