SAVA. “Ma esiste ancora l’opposizione (che non sia questo giornale)?

Dal web riceviamo questa lettera che volentieri pubblichiamo

Salve direttore, la ringrazio per lo spazio che gentilmente mi concederà sul suo giornale. Parto col fare una piccola premessa: per via del mio lavoro vivo Sava in modo saltuario, ma questo non mi ha mai impedito di restare aggiornato sulle vicende del paese.

E proprio grazie a questo mio restare aggiornato che ultimamente ho registrato alcune cose che mi hanno un pò reso perplesso. Ho notato che da diverso tempo ormai è completamente cessato, in ogni forma e modo, il dibattito politico savese.

Alcuni storici partiti sono totalmente spariti: il Pd, l’Udc, Forza Italia ecc…

Ma esiste ancora l’opposizione (che non sia questo giornale)? O sono tutti allineati con la maggioranza? Non leggo più un comunicato di nessuno, salvo rari casi. Siamo ancora uno dei pochi Comuni in cui non esistono i 5 stelle che sono ormai una forza di governo. Sembra di essere sotto regime propagandistico. Nessuna voce fuori dal coro.

Mi auguro che non sia una cosa voluta perchè vorrebbe dire che abbiamo fatto un salto indietro di quasi 100 anni. Non si fanno più incontri, non ci sono iniziative, non ci sono idee.

E’ mai possibile che non si muova foglia?

E’ passato un anno dalle ultime elezioni e non abbiamo ancora visto nulla, nè dalla maggioranza nè dall’opposizione.

Ho chiesto al direttore di pubblicare il mio sfogo in modo anonimo perchè penso che non è importante chi sono ma il messaggio che voglio inviare a tutti i cittadini. C’è calma piatta.

Il confronto e il dialogo sono la base del vivere democratico e civile. Concludo con un appello a tutti i partiti dormienti: risvegliatevi dal sonno e tornate a portare avanti le istanze della popolazione savese.

Non fatevi avanti solo a 2 mesi dalle elezioni.

Tutti abbiamo sviluppato un pò di senso critico. Non vi meravigliate se poi dalle urne arrivano batoste.

Vorrei dire “a riveder le stelle” ma è diventato ormai associato a qualcosa che non mi appartiene perciò dico un classico IN BOCCA AL LUPO.

Un cittadino.

 

 

 

 

Lascia un commento