IDAHOBIT 2018: a Taranto grande partecipazione dei/delle/de* più giovani

Si è celebrata anche a Taranto, per il quinto anno, la Giornata Internazionale contro l’Omofobia, la Bifobia e la Transfobia (o IDAHOBIT, acronimo di International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia)

Ricorrenza promossa dall’Unione Europea che si celebra, dal 2004, il 17 maggio di ogni anno, con l’obiettivo di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione e prevenzione per contrastare il fenomeno dell’omofobia, della bifobia e della transfobia.

Su richiesta delle associazioni Hermes Academy Onlus e Strambopoli, Presidio Arcigay nella provincia di Taranto, sul balcone centrale di Palazzo di Città a Taranto e sulla facciata del Municipio di Carosino (TA) per il quarto anno consecutivo, del Municipio di Grottaglie (TA) per il terzo anno e dei Municipi di Faggiano (TA), di Ginosa (TA) e di Leporano (TA) per il secondo anno, di San Giorgio Jonico per il primo anno, giovedì 17 maggio è stata affissa la bandiera arcobaleno, a testimonianza dell’impegno profuso dalle amministrazioni locali nella lotta contro ogni forma di discriminazione.

Giovedì 17 maggio, a partire dalle ore 15.00, presso il Cinema Teatro Orfeo (in Via Pitagora #78 a Taranto), per la rassegna “Opera Evento”, sono stati proiettati i cortometraggi “Ballata alla Città dei Due Mari” e “L’assrum” di Leo Pantaleo, attore, regista e costumista tarantino scomparso un anno fa. Dopo la testimonianza di Luca Lippolis, storico compagno di Leo, l’attore e militante Luigi Pignatelli ha portato testimonianza del proprio percorso e sensibilizzato sulla cultura delle differenze studenti/esse/* degli Istituti Superiori di Taranto che hanno accolto l’invito. Presso il foyer è stato, inoltre, possibile prendere visione di costumi di scena realizzati a mano, ritratti, locandine, foto raccolte nella mostra a cura di Luca Lippolis e Rinaldo Melucci.

A partire dalle ore 18.30 piazza Maria Immacolata (già Piazza Giordano Bruno) è stata abitata dagli/dalle/da* artisti della Hermes Academy, da attivisti/e/* di Arcigay, studententi/esse/* di UDS, militanti di Non Una Di Meno. Dopo un minuto di silenzio per tutte le vittime delle numerose ingiustizie sociali del nostro territorio (in primis l’Ilva), nell’ambito della nuova tappa de Il Villaggio delle Differenze Pignatelli ha facilitato attività creative e formative, improvvisazioni e momenti di aggregazione intergenerazionale che hanno visto grande partecipazione da parte di UDS Taranto, del Gruppo Giovani di Arcigay Taranto, del Gruppo Over, del Gruppo Donne e del Gruppo Migranti Arcobaleno, al fine di diffondere la cultura delle differenze, raccontare ed ascoltare il sé e l’altro da sé, condividere occasioni di confronto sulle tematiche di genere e LGBTIQ+, sulle IST e sullo stigma HIV+.

Il format, inaugurato in Piazza della Vittoria il 16 maggio 2015, in occasione della Giornata Internazionale contro l’OmoBiTransfobia, viene riproposto, con il patrocinio morale di Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità e Comune di Taranto, tutti i sabati presso l’isola pedonale ed il banchetto informativo di Arcigay in Piazza Maria Immacolata è divenuto un punto di riferimento per moltissimi/e/* giovani e meno giovani.

La programmazione rientra ne “La settimana contro l’OmoBiTransfobia”, promossa a cavallo della Giornata Internazionale contro l’OmoBiTransfobia (17 maggio) da mercoledì 16 a martedì 22 maggio da Arcigay Strambopoli, presidio della maggiore associazione LGBTI italiana nella provincia di Taranto, in collaborazione con l’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus, CasArcobaleno – Taranto, la Biblioteca Popolare “Il Salotto delle Muse”, il CAV “Rompiamo il Silenzio”, UDS – Unione degli Studenti, Movimento Studentesco, Non Una Di Meno Taranto, Arci Grottaglie, Associazione Culturale Nobilissima Taranto, Associazione La Casa delle Donne, Amnesty International – Sezione Taranto, il Centro Interculturale Nelson Mandela, ANPI, Libreria Ubik – Taranto, numerosi istituti scolastici della provincia ionica.

Venerdì 18 maggio, a partire dalle ore 20.00, si rinnova, in CasArcobaleno (sede Arcigay in Corso Italia #64C a Taranto), l’appuntamento con i libri parlanti della Human Library.

Sabato 19 maggio, oltre al consueto banchetto sull’isola pedonale, Arcigay Strambopoli e Hermes Academy danno appuntamento a Palazzo Ulmo (Via Duomo #55), che, a partire alle ore 19.00, ospita la tappa tarantina del BigTour. Promosso da Cooperativa Sociale AL.I.C.E., è il viaggio di un giorno del Bari International Gender Film Festival, che porta in altre province pugliesi i temi del genere, dell’identità e dell’orientamento sessuale, favorendo la condivisione di esperienze con il territorio. Dal rispetto e la solidarietà verso tutte le diversità, al contrasto alle discriminazioni e all’omofobia: un ricco programma di film, dibattiti, performance, musica e visual art nel cuore della città vecchia di Taranto.

In programma: installazione video e sonora, performance “Queertetto” di e con Pignatelli e i/le/* suoi/sue/su* allievi/e/*, proiezione di “Loris is fine” di Simone Bozzelli (Italia, 2017) e “Test” di Chris Mason Johnson (USA, 2013). Seguono dibattito con i due registi e selezione musicale di Mimmo Pesare. Ingresso a pagamento (6 euro).

Domenica 20 maggio Piazza Principe di Piemonte a Grottaglie (TA), a partire dalle ore 10.30, ospita un happening organizzato da Arci e Sinistra Italiana. Previsti l’intervento di Pignatelli e la presenza del banchetto Rainbow.

Alle ore 20.00 ci si sposta in CasArcobaleno (sede Arcigay in Corso Italia #64C a Taranto), per il workshop “Sotto lo stesso sole?” e un nuovo appuntamento con il cineforum domenicale.

Lunedì 21 maggio Arcigay incontra studenti/esse/* e genitori/trici dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Liside di Taranto, presso la sede centrale in Via Ancona a partire dalle ore 10.00, quelli/e/* dell’Istituto Comprensivo Manzoni di Lizzano (TA) e la comunità di Carosino (TA) presso ilCastello d’Ayala, che ospita, dalle ore 16.00 alle ore 22.00, una serie di attività facilitate dal Gruppo Giovani e dal Gruppo Donne di Arcigay Strambopoli.

Martedì 22 maggio, a partire dalle ore 10.30, l’ex Chiostro di Santa Teresa, sede del Centro Diurno Basaglia, ospita la performance di teatro sociale “Le linee del pensiero”. Alle ore 20.00 ci si sposta in CasArcobaleno (sede Arcigay in Corso Italia #64C a Taranto), per l’aperitivo culturale “Cosa c’è di Diverso?” 

La Settimana contro l’OmoBiTransfobia è organizzata in chiusura de Il Mese della Cultura delle Differenze (giunto alla sesta edizione), rassegna di iniziative quotidiane promosse, a Taranto e provincia, dal 17 aprile al 17 maggio (Giornata Internazionale contro l’OmoBiTransfobia) dall’Associazione Culturale Hermes Academy Onlus e da Arcigay Strambopoli, in collaborazione con diversi Istituti della provincia di Taranto, il Centro Interculturale Nelson Mandela, l’Associazione Diritti e Libertà, al fine di diffondere la cultura delle differenze, educare le nuove generazioni (e non solo) alla bellezza, all’ascolto, allo sviluppo sostenibile, alla prevenzione e al contrasto a fenomeni di omobitransfobia, bullismo, razzismo, violenza di genere, a malattie e infezioni sessualmente trasmissibili,stigma persone HIV+ e IST+.

Il Mese della Cultura delle Differenze rientra nell’ambito delle attività del Centro di Ascolto LGBTIQ+ (psicologi, sessuologi, legali e mediatori presidiano la sede Hermes Academy in via Pupino #90 a Taranto dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00; è preferibile, però, prenotare un appuntamento al +39 388 874 6670), del Progetto IsolArcobaleno, del Social Bridge Project e della campagna socio-sanitaria (patrocinata moralmente da Ufficio Provinciale della Consigliera di Parità, Comune di Taranto, Comune di Avetrana, Comune di Carosino, Comune di Faggiano, Comune di Ginosa, Comune di Grottaglie, Comune di Laterza, Comune di Leporano) di prevenzione e contrasto a fenomeni di omo-bi-transfobia, violenza di genere, xenofobia, cyber bullismo, IST (infezioni sessualmente trasmesse), stigma persone HIV+ (sieropositive) e, più in generale, stigma persone IST+.

Le attività promosse quotidianamente, compresi i laboratori e le consulenze psicologiche e legali, non godono di fondi pubblici, né di contributi di privati, ma fondano le proprie radici su puro spirito filantropico e opera di volontariato dei/delle/de* suoi/sue/su* aderenti.

Per visionare il programma del sesto Mese della Cultura delle Differenze, per proposte di collaborazione e condivisioni di idee, vision, mission e obiettivi, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it o contattare il +39 388 874 6670.

 

 

 

Lascia un commento