Sava. #RIMBORSO #TARI E SUOI #SVILUPPI. #CONSIGLI #COMUNALI DEL 31 MARZO E DEL 26 APRILE #RACCOLTA #DIFFERENZIATA : A QUANDO IL BANDO DI GARA?

Nota stampa del Movimento Uniti per Sava

Tanti gli argomenti da affrontare. Cercheremo di farlo in maniera sintetica, sperando comunque di essere esaurienti.

RIMBORSO TARI

Continua, presso la nostra sede, la compilazione dei #MODULI per la richiesta del rimborso per gli anni nei quali il cittadino può vantare un #CREDITO nei confronti dell’ #AMMINISTRAZIONE.

Quest’ultima continua a fare finta di niente e a prendere tempo.

In più, ha fatto circolare un MODULO #BLUFF, che non serve allo scopo.

Prendere in giro i #CITTADINI dovrebbe essere vietato.

Comunque, è una #VERGOGNA.

Perchè l’Ufficio #TRIBUTI conosce la situazione e sa chi ha diritto ad essere rimborsato, tant’è che si appresta ad inviare gli #AVVISI di #PAGAMENTO per il 2018.

Il Sindaco aveva promesso di risolvere il problema.

Non l’ha fatto, venendo meno ad un impegno #SOLENNEMENTE assunto.

Indiremo una nuova Assemblea Pubblica, alla quale #NON gli chiederemo di intervenire.

Inviteremo, però, il #DIRETTOREdiRAGIONERIA ed il dott. Marco Di Punzio, consigliere comunale, il quale recentemente si è speso con interventi sui giornali a favore della posizione assunta dal Sindaco.

CONSIGLI COMUNALI

Eravamo debitori, nei vostri confronti, di quanto stabilito nel consiglio comunale del 31 marzo, al quale abbiamo già dedicato due puntate.

Restava da raccontare che in quella sede sono stati approvati gli #AUMENTI (in verità si parla di ADEGUAMENTO) del CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE, degli ONERI DI URBANIZZAZIONE e del COSTO DI COSTRUZIONE. Inoltre, sono state approvate le NUOVE TARIFFE, in aumento, dei DIRITTI IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA.

Se questo è l’ #ANTIPASTO, figuriamoci cosa ci aspetta per il futuro.

Ma la cosa che più fa specie è l’assenza di dibattito e di discussione in seno al consesso cittadino.

Nella seduta del 26 aprile, incalzato dal nostro FABIO PICHIERRI, il Sindaco, che si sostituisce SEMPRE agli ASSESSORI quando li vede in difficoltà, ha replicato in modo piccato ed ha risposto senza dare alcun REALE CHIARIMENTO alle domande.

In un passaggio, è sembrato volere scindere le RESPONSABILITA’ DEGLI AMMINISTRATORI da quelle dei FUNZIONARI!

L’abbiamo già detto, ma lo ripetiamo volentieri : perchè i consiglieri comunali di maggioranza NON REAGISCONO A QUESTO STATO DI COSE?

Era questa l’idea, sul loro ruolo, che avevano prima di essere eletti?

RACCOLTA DIFFERENZIATA

Il contratto con l’IGECO è spirato il 28 febbraio 2018.

Ovviamente, questa data era nota sin dalla sua sottoscrizione(febbraio 2013).

Il funzionario RESPONSABILE del settore ECOLOGIA, nel mese di settembre 2017, ha affidato ad un ingegnere, con propria determinazione, l’incarico a redigere il nuovo BANDO DI GARA per il quinquennio 2018-2023.

E lo ha fatto in modo DIRETTO, facendo espresso ricorso all’oramai ABUSATO ART.36 del DECRETO LEGISLATIVO n.50/2016 che, tra l’altro, tratta dei cosiddetti CONTRATTI SOTTO SOGLIA COMUNITARIA.

La soglia è di 40.000 euro. L’incarico di cui si parla è di poco inferiore ai 40.000 euro, giusto per potere rientrare nella fattispecie legislativa (con l’IVA si arriva a circa 50.000 euro).

Ora, il ricorso al D. Lgs. 50/16 NON E’ AFFATTO AUTOMATICO!

Semplicemente perchè l’AFFIDAMENTO DIRETTO NON ESCLUDE IL RISPETTO DEI CRITERI DI ECONOMICITA’, EFFICACIA, TEMPESTIVITA’, CORRETTEZZA, LIBERA CONCORRENZA, TRASPARENZA, che sono richiamatI con nettezza nelle LINEE GUIDA al decreto, fissate dal CONSIGLIO DI STATO.

E che devono costituire parte INTEGRANTE E SOSTANZIALE della DETERMINA di INCARICO.

Sono passati 8 mesi dall’affidamento.

Ancora non conosciamo gli sviluppi del NUOVO BANDO DI GARA.

Nel frattempo, si è fatto ricorso all’ISTITUTO DELLA PROROGA, ed attualmente, sino alla finE di maggio, l’IGECO continua a gestire la RACCOLTA DIFFERENZIATA.

Con il rischio (quanto reale?) che il regime di “prorogatio” si allunghi di altri tre mesi.

E’ un modo giusto di PROGRAMMARE?

O c’è qualcosa sotto?

Purtroppo, quando non c’è CHIAREZZA, OGNI DUBBIO E’ LEGITTIMO!

AMICI!

CI SIAMO DEFINITI : “LA #SENTINELLA DEL PAESE”.

AIUTATECI AD ASSOLVERE AL NOSTRO RUOLO. A PRESTO.

 

 

Lascia un commento