TARANTO. Udienza preliminare operazione “Impresa”: chiesti più di 300 anni di carcere. Tutti i nomi

Si è svolta nella giornata di ieri l’udienza preliminare relativo all’operazione “Impresa”

Operazione che il 4 luglio 2017 vide impegnati 200 uomini della Polizia di Stato di Taranto, le Squadre mobili di Lecce, Foggia, Brindisi, L’Aquila e Alessandria, il reparto anticrimine di Lecce, il Reparto Volo e le  unità cinofile di Bari, in esecuzione ai provvedimenti di custodia cautelari emesso dal Gip del Tribunale di Lecce, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia – celebrata davanti al gup del Tribunale di Lecce, Giovanni Gallo e, alla presenza del collegio difensivo composto dagli avvocati: Lorenzo Bullo, Fabio Falco, Cosimo Micera, Fabrizio Lamanna, Antonio Liagi, Salvatore Maggio, Nicola Marseglia, Armando Pasanisi e Franz Pesare.

71 gli indagati (tra cui 14 in giudizio ordinario e 57 che hanno chiesto di essere giudicati con rito abbreviato).

Tra gli indagati con rito abbreviato anche: Nicola Dimonopoli, ex Presidente del consiglio comunale di Manduria per cui è stata richiesta la pena di 4 anni e Massimiliano Rossano, ex Assessore di Manduria, per cui il la richiesta è di 8 anni e 8 mesi.

Non luogo a procedere: Luigi Blasi, Pietro Calò, Fernando D’Ambrogio, Paolo Lanzo, Pasquale Locorotondo, Arnaldo Marinelli, Giuseppe Mazza, Luigi Morgante, Giovanni Stano.

Richieste di assoluzione: Pierpaolo Borgia, Salvatore Laneve, Teodosio Leo, Giovanni My, Luigi Miccoli, Vincenzo Simeone, Emilio Tosetto, Guido Zancanaro. Antonio Minò (sindaco di Avetrana.

5 rinvii a giudizio: Vincenzo Magliulo, Marcello Palmisano, Ferdinando Portogallo, Franco Spina, Erminio Vitiello (Il sindaco e il vicesindaco di Erchie, Giuseppe e Domenico Margheriti, saranno giudicati dal Tribunale di Brindisi.)

L’indagine, partita nel 2013, aveva messo in luce un’associazione di stampo mafioso, con sede operativa sull’asse orientale di Manduria- San Giorgio Jonico e nei centri di Manduria e Sava. Una associazione che avrebbe esercitato la propria forza criminale (tra i reati ipotizzati: intimidazione, estorsione, voti di scambio, riciclaggio di merce rubata, riciclaggio in attività economiche avviate con i proventi delle attività criminose, gestione di appalti pubblici) nel mondo imprenditoriale e politico locale, garantendosi – secondo l’accusa – un controllo del territorio attraverso una ramificazione con tre distinte articolazioni che farebbero capo ad una frangia manduriana della SCU (http://www.pugliapress.org/2017/07/04/taranto-operazione-impresa-60-persone-indagate-e-27-misure-cautelari-dettagli-nomi-video/).

 

Richieste di condanna:

Maria Ancora 1 anno e 8 mesi

Davide Biasi, 12 anni

Cosimo Bisci, 8 anni

Antonio Bonetti, 4 anni e 8 mesi

Giuseppe Borgia, 5 mesi e mezzo di reclusione;

Giovanni Buccoliero “Peppolino Capone”, 18 anni

Giuseppe Buccoliero, 10 anni e 8 mesi

Antonio Campeggio “Tonino scippatore”, 20 anni

Luciano Carpentiere, 10 anni

Camillo Ciccarè, 2 anni e 8 mesi

Maurizio Ciccarone, 4 anni e 8 mesi

Pietro Corona, 6 anni

Daniele D’Amore, 4 anni e 8 mesi

Franco D’Amore 16 anni

Carlo Gabriele Daggiano, 8 anni

Agostino De Pasquale, 10 anni

Giovanni Riccardo De Santis, 6 anni

Leonardo De Santis, 6 anni

Simona De Santis, un anno e 4 mesi

Simone De Valerio, 2 anni e 8 mesi

Nicola Dimonopoli, 4 anni

Daniela Donatelli, un anno e 8 mesi

Antonio Fanuli, 4 anni

Damiano Locritani, 5 anni e 4 mesi

Daniele Lorusso, 20 anni

Giuseppe Mancuno, 2 anni e 8 mesi

Costanza Manelli, un anno e 4 mesi

Cosimo Mazza, 6 anni

Gianluca Mazza, 4 anni e 4 mesi

Giampiero Mazza, 14 anni

Vito Mazza, 14 anni

Cosimo Merolla, 8 anni

Ciro Milizia, 8 anni

Marco Monaco, un anno e 8 mesi

Fabrizio Monte, 10 anni

Cosimino Morleo, 4 anni

Francesco Palmisano, 6 anni e 4 mesi

Gianluca Palombella, un anno e 8 mesi

Cataldo Panariti, 8 anni e 8 mesi

Pasquale Pedone, 6 anni e 4 mesi

Cosimo Damiano Pichierri, 8 anni

Gino Michele Pichierri, 7 anni

Giorgio Pitardi, 4 anni

Massimiliano Rossano, 8 anni e 8 mesi

Antonio Scorrano, 8 anni

Oronzo Soloperto, 12 anni

Cosimo Storino, 10 anni

Leonardo Trombacca, 10 anni

 

FONTE

www.pugliapress.org

 

Lascia un commento