FRAGAGNANO. 20 dicembre. “Il caso di Giulio Regeni, se ne discute con i rappresentanti di Amnesty International Italia”

Nota stampa dei promotori della campagna “Verità per Giulio Regeni”

Sono passati circa due anni dal ritrovamento del corpo torturato del dottorando Giulio Regeni, in Egitto per motivi di ricerca.

A partire da subito la società civile si è mobilitata per chiedere chiarezza sull’accaduto ed Amnesty International Italia-organizzazione non governativa impegnata nella difesa, promozione e prevenzione di violazioni dei diritti umani sanciti nella Dichiarazione universale ha lanciato la campagna Verità per Giulio Regeni cui hanno aderito enti locali, università, luoghi di cultura e comuni, tra cui quello di Fragagnano.

Poiché crediamo che Giulio non sia stata una vittima casuale e poiché riteniamo importante fare chiarezza, preservare e divulgare l’immagine di un “giovane contemporaneo” come modello per le generazioni presenti e future, che credeva nella giustizia sociale, che difendeva i diritti dei popoli, che viveva con coraggio l’irrazionalità e il male del mondo, continueremo sempre a chiedere Verità e Giustizia.

Al fine di sensibilizzare sempre più l’opinione pubblica sulla storia di Giulio, sul tema della tortura, della tutela dei diritti umani e restituire l’immagine di una “gioventù sana” che crede e lotta perché un altro mondo sia possibile, mercoledì 20 dicembre alle ore 17:30 presso la sala consiliare del Palazzo Marchesale di Fragagnano, il comitato promotore “Verità per Giulio Regeni” insieme ad Amnesty International Italia, hanno organizzato un pubblico incontro.

Confidiamo nella sensibilità e nella partecipazione di molti. Grazie anche a nome di Giulio!

 

Lascia un commento