Corim Città di Taranto tra campo e solidarietà. D’Amico: “Sono in un grande club”

Il sodalizio rossoblu sempre in prima linea anche fuori dal parquet. La nazionale azzurra: “Felice di partecipare ad iniziative benefiche con le mie compagne. Sul campionato? Vogliamo salvarci”

Nonostante il turno di riposo previsto dal calendario, settimana intensa in casa Corim Città di Taranto che, come sempre dalla nascita del sodalizio, è sempre in prima linea anche fuori dal parquet.

Lunedì 4 una delegazione della società del presidente Gianni Marsico, infatti, ha preso parte a “Parliamone… Nessuno ha amore più grande di colui che sa rispettare la libertà dell’altro”, iniziativa di sensibilizzazione organizzata dall’Amministrazione Comunale di Scanzano Jonico. Alle 15, alcune calcettiste rossoblu hanno giocato una partita di calcio a 11 uomini contro donne allo Stadio Comunale del comune materano e successivamente preso parte ad un convegno sulla violenza di genere tenutosi nella Sala Palazzo Baronale.

Archiviata la splendida manifestazione lucana, la Corim Città di Taranto è già pronta ad un’altra esperienza solidale nell’ambito della terza edizione del progetto Coni – Uisp “Stringiamoci una mano”, con un triangolare che si terrà venerdì 15 dicembre al PalaMazzola di Taranto, dalle ore 9 alle 13. Protagoniste le ragazze di coach Vito Liotino, che affronteranno una rappresentativa composta da giovani immigrati denominata AfroTarasUnited ed un team composto dagli studenti delle 5^ classi del Liceo Scientifico “Ferraris” di Taranto.

Proseguono però incessantemente anche gli allenamenti sul parquet del Palafiom in vista della gara casalinga di domenica 17 dicembre contro il Palermo. A sudare con le compagne anche la nazionale italiana Federica D’Amico: “Per ora il campionato non è andato benissimo: tra qualche giorno avremo l’ultima partita di andata in casa contro le siciliane e vogliamo chiudere bene davanti al nostro pubblico, che ci ha sempre sostenuto. La prima fase del torneo ha rappresentato per noi un impatto con una realtà molto diversa, la serie A2, un mix di nuove emozioni: nella seconda metà del campionato vogliamo riscattarci e conquistare la salvezza, il nostro obiettivo dichiarato ad inizio stagione”.

Federica D’Amico è tra le note liete di questi primi mesi di serie A2, ma di certo non si mostra appagata: “Il nostro è un cammino pieno di ostacoli e difficoltà e superarli mi farà crescere e aiuterà a migliorarmi. Darò il 100% per la squadra, con testa e cuore si può raggiungere l’impossibile. Il nostro motto è ‘vietato mollare'”.

Sul rapporto con mister Liotino e col presidente Marsico: “Sono in un grande club. Ho un ottimo rapporto col coach, del quale invidio la tenacia e la determinazione, e molta stima per il presidente Marsico, che fa il meglio per la società e per la squadra.

Sono felice, inoltre, di partecipare alle iniziative benefiche in cui siamo coinvolte. Rispetto e inclusione fanno di noi una grande città”.

 

Lascia un commento