L’AMICO VITTORIO, L’INVISIBILE, TORNA AD ESSERE … VISIBILE

“Scordato” da chi è preposto alla cura dei disadattati ma non dalla caparbietà di chi dimostra il forte impegno sociale per gli emarginati e per i dimenticati

Sicuramente quella di ieri per me è stata una domenica soddisfacente sotto il profilo sociale. Da circa un mese Vittorio dopo 25 anni ha lasciato TORRE OVO e soprattutto è uscito da quel “TUGURIO” sprovvisto dei servizi essenziali dove da cittadino fantasma dimenticato dalle istituzioni, aveva “sopravvissuto” nel degrado ambientale ed igienico sanitario più assoluto e costretto alla “carità umana” di qualche persona caritatevole del posto che di tanto in tanto gli portava qualcosa da mangiare che poi divideva con i suoi amici a quattro zampe che lo seguivano ovunque.

C’era chi scommetteva che quella per Vittorio era una “scelta di vita”, che egli era uno “spirito libero” e che in quanto tale non avrebbe mai accettato di “affidarsi” ad una struttura di recupero per farsi curare.

Così non è stato!

Vittorio è un indigente non un deficiente, perchè dopo l’affidamento dell’amministratore di sostegno deciso dal Giudice Tutelare del Tribunale di Taranto, dopo l’intervento chirurgico al quale fu sottoposto nel marzo del 2017 pressi L’OSPEDALE GIANNUZZI di Manduria e la successiva riabilitazione presso l’ospedale San Raffaele di Ceglie Messapica, Vittorio ha deciso di affidarsi (come gli aveva consigliato anche il suo tutore) ad un Centro Riabilitativo.

Ed è proprio in quel Centro di Taranto che ospita 14 persone in stato di disagio, che ieri mi sono recato. Ho trovato un Vittorio rinato, un Vittorio sereno e felice di avermi rivisto. Finalmente ora ha un tetto, un posto salubre che lo ripara dalle intemperie, un letto sul quale riposare, la certezza di un pasto caldo e quella di curarsi come tutti i comuni mortali.

Ci sono psicologi, assistenti sociali e medici che lo seguono, ci sono laboratori dove poter svolgere attività, e soprattutto c’è tanta umanità.

Bravo amico mio, ho sempre creduto in te e sono certo che non mi deluderai. Continua così e vedrai che giorno dopo giorno apprezzerai sempre di più la vita, quella vita che in tutti questi anni ti è stata avversa. Sappi comunque che continuerò a starti vicino.

Auguri VITTORIO …

Auguri amico mio.

Mimmo Carrieri

 

Lascia un commento