TARANTO. Carrieri: “L’incontro in Prefettura sul degrado delle nostre coste”

Ricevuto dal Vice Prefetto Vicario dottor Mario Volpe

Ho relazionato sulle condizioni in cui versa la costa orientale del nostro litorale anche sotto l’aspetto del degrado paesaggistico (vedesi vecchie costruzioni pericolanti in stato di abbandono) ambientale e igienico sanitario, il tutto supportato da nutrita documentazione.

È stato un incontro avvenuto nella massima cordialità nel corso del quale ho esposto numerose problematiche espandendo il discorso anche sulla mancanza di senso civico e sulla poca attenzione delle amministrazioni per ciò che riguarda la sicurezza stradale. Infatti, ho posto in risalto l’inerzia da parte di alcuni personaggi politici e dirigenti di comuni della fascia jonica, nel disinteressarsi completamente della pubblica illuminazione, della carenza o inesistenza di segnaletica stradale, mentre invece si impegnano moltissimo ed anzi concentrano tutte le loro attenzioni sui Photored ormai divenuti il bancomat di certe amministrazioni.

Tornando poi alla questione prettamente ambientale ho documentato al dottor Volpe la presenza di amianto su un tratto di spiaggia della marina di Lizzano (Le Conche), quindi, l’inquinamento del canale dell’Ostone, la quasi totale assenza dei bagni pubblici, lo sprofondamento delle passerelle a mare e le difficoltà che incontrano i diversamente abili.

Inoltre, le condizioni precarie e pericolose della Torre Saracena in località Torre Ovo che rischia il crollo, gli accampamenti dei Caravan, la situazione presso il Porto Turistico di Campomarino,, l’ex dissalatore di San Pietro in Bevagna e tant’altro ancora.

Tematiche alle quali il Vice Prefetto ha prestato molta attenzione e che saranno affrontate singolarmente con i Comuni di Lizzano, Torricella, Maruggio e Manduria affinchè si possa arrivare quanto prima, ma almeno in occasione della stagione balneare 2018 con dei miglioramenti.

 

Lascia un commento