SAVA. Amministrative 2017. Vittoria al primo turno o ballottaggio?

Se dovesse avverarsi la seconda ipotesi scenderemo in campo

E così è pronta l’urna savese a raccogliere i voti degli aventi diritto. Da stamattina alle 7 fino alle 23 i seggi saranno aperti nei due plessi pubblici “Gigante” e  “Bonsegna”. Quindi dalle 23 in poi ci sarà lo spoglio. Previsioni per il risultato?

Dopo la chiusura dei seggi, si presume, che già alle 04.00 di domani, lunedì 12 giugno, Sava conoscerà chi la amministrerà nei prossimi 5 anni. Questo per quanto concerne una ipotetica vittoria di una delle coalizioni che si sono affrontate nell’arena elettorale.

Le previsioni sono molto strane in questa ultima chiamata elettorale. C’è stato chi ha sbandierato dal palco la vittoria al primo turno e chi, su questo, ci è andato con i piedi di piombo. Ma al di là di trionfalismi o riflessioni, oggi tocca ad un intero paese chiedersi a chi darà le redini del suo imminente futuro.

E su questo si gioca la partita in questa afosa, e sciroccosa, giornata della seconda decade di giugno. Se dare continuità o girare pagina e ripartire daccapo.

Ma se ci dovesse essere il ballottaggio, ipotesi al 50%, il savese verrà chiamato all’urna il 25 giugno. In piena festività del Santo patrono, San Giovanni Battista. E riavremo, in caso di ballottaggio, altre due settimane di clima elettorale.

Andiamo alla ipotetica riapertura della campagna elettorale. Ci saranno due candidati sindaci e uno di loro verrà scelto alla guida del paese. In questo caso, scenderemo in campo.

E non ci scoraggia questo.

Affatto.

Giovanni Caforio

Lascia un commento