CONFEURO: TAP, E’ IL GOVERNO A DOVER SERVIRE I CITTADINI E NON IL CONTRARIO

Nota stampa

Con il via libera del Tar all’espianto degli ulivi nella zona di Melendugno – dichiara in una nota il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – si è riaperto nuovamente il fronte relativo alla realizzazione del Tap, il gasdotto che il governo intende realizzare in una zona altamente infiammabile nonostante la forte contrapposizione degli agricoltori e degli abitanti locali.

In questa vicenda – continua Tiso – ci sono numerosi punti oscuri, nonché la consapevolezza che l’esecutivo stia violando i diritti dei cittadini a favore degli interessi delle grandi aziende e di quelli di alcuni privati. Tutto questo – conclude – è oggettivamente inaccettabile e lesivo dei valori democratici che vengono retoricamente difesi dalle istituzioni.

Come Confeuro – conclude Tiso – affermiamo con forza l’intenzione di supportare con tutti gli strumenti democratici i cittadini e gli agricoltori che stanno lottando contro il Tap. Questa battaglia, infatti, non è solo sulla realizzazione di un gasdotto, ma è prima di tutto essenziale per riaffermare il principio secondo cui è il governo a dover essere al servizio dei cittadini e non il contrario.

Lascia un commento