SAVA. Presentata la coalizione antagonista a IAIA. Mario Pichierri al suo debutto come candidato sindaco

Domenica 19 marzo, ore 19.00. Alla presenza delle liste che appoggiano il candidato sindaco si è ufficializzata la passata domenica la coalizione trasversale, meglio nominata come “nuova coalizione politico amministrativa savese” in una saletta in Via Del prete. Lo spazio è piccolo per poter ospitare gli invitati all’incontro, tanto è vero che fuori le persone occupano tutto il marciapiede adiacente, compreso quello di fronte

Ma andiamo all’incontro. Mario Pichierri è il primo, dal microfono, che espone la bontà di questa coalizione. “E’ importante perché per noi rappresenta con i cittadini savesi l’inizio. I suggerimenti che vengono dai cittadini saranno tesoro per noi in modo da sviluppare le loro aspettative.

Certamente la partita non è semplice.

L’amministrazione IAIA si è caratterizzata solo ed esclusivamente per seminare clientelismo e null’altro. Amministrazione questa che si è vantata a sproposito sulle opere fatte in questi 5 anni è ingeneroso E’ una falsità macroscopica.

IAIA non ha prodotto nessun progetto. Incapace di progettare e incapace di amministrare”.

E sul suo ingresso in politica, il candidato sindaco afferma: “Oggi lo faccio, come suol dirsi, prestandomi alla politica. Alla luce di un quarantennio dedicato alla mia attività professionale, fatta con passione e dedizione. E questi valori vogliamo trasferirli ai savesi.

E’ un compito difficile, ma credo che con il nostro entusiasmo e il nostro sforzo ce la possiamo fare.

Ci vuole un governo del paese credibile, trasparente e visibilissimo a tutti ma su ogni cosa operoso. Il nostro programma è fatto di progetti che svilupperemo a tutti i cittadini.

Alcuni dicono l’età: bene, questa gioca un valore aggiungo per questa mia esperienza. E favorire l’ingresso di tanti giovani, favorendo progetti regionali ed europei.

La nostra squadra sarà composta di assessori competenti.

Faccio un appello a tutti: un aiuto e un sostegno a questo nostro percorso.

Sicuro di restituire la fiducia che ci accorderete”.

Silvio Testa, segretario del PD

“Il nostro obiettivo in questa campagna elettorale è di fare chiarezza su tutto quello che è successo in questo cinquennio, sbugiardare chi ha millantanto opere fatte progettate e finanziate dalla passata amministrazione, rivendicando la paternità.

IAIA non ha fatto nulla.

L’impegno sarò molto forte da parte nostra e l’augurio è di festeggiare la vittoria”.

Arturo De Cataldo, Forza Sava

“Da Forza Italia a Forza Sava, e questo caratterizza l’esordio con una nuova lista che accantona quella azzurra.

Qui a Sava è stato facilissimo con al disponibilità del dottor Pichierri nel sederci a tavolino e ragionare tutti assieme e far nascere questa nuova coalizione.

IAIA è un amministratore che stralcia i regolamenti comunali, fresco è l’esempio della convocazione dell’ultima seduta istituzionale comunicata un giorno prima. Per chi sta all’opposizione, alla luce di questi comportamenti, manca di fatto il tempo materiale per prendere e visionare le classiche carte.

In questi giorni alcune strade sono soggette alla bitumazione, ma questo cos’è?

E’ solo perché IAIA sta utilizzando i soldi per asfaltare alcune Vie urbane quando le opere le avrebbe potute fare in questi passati 5 anni ma bisogna buttare fumo negli occhi a poco più di due mesi dal rinnovo del Consiglio comunale”. 

Maurizio Pichierri, SosteniAmoSava

“Patto per Sava? La piazza del sindaco non è quella reale ma è solo quella virtuale e consiglio a IAIA di non utilizzare più questa dicitura in quanto non gli appartiene più.

Come fondatore, assieme a Fabio Pichierri e Gianluca Pichierri e Giuseppe Cortese, farebbe bene a cambiare nome alla sua coalizione. E sulle affermazioni del primo cittadino che ha definito “accozzaglia” la nostra coalizione gli ricordo la sua com’era.

Corrado Agusto, Salvatore De felice, Lucia Fasano e tanti altri non facevano parte anche della sua accozzaglia?

L’interesse del nostro Comune deve prescindere da quello che sono le tessere di partito”.

Fabio Pichierri, Sava Protagonista

“In questa fase storica il nostro paese ha bisogno di una persona saggia e Mario Pichierri rappresenta, per noi, che ha al cuore le sorti del paese.

E sui giovani rampanti, basta vedere il disastro combinato in questa ultima legislatura.

Dietro questi simboli non ci sono solo le liste che appoggiano il nostro candidato sindaco ma ci sarà un esercito di soldati fatto di 5mila persone che sceglieranno Mario Pichierri i quali non faranno la guerra ma porteranno pace e armonia perché lo scontro lo vorranno gli altri.

In queste ore, ma anche nei giorni passati, le provocazioni sono abbastanza evidenti”.

Giuseppe Chianura, Centro Popolare

“Avevamo bisogno di una persona disponibile per dialogare, da buon padre di famiglia.

Sul nostro candidato non si può dire nulla: ottimo medico, garbato in tutto e per tutto. A differenza di IAIA che non è abituato a dialogare con nessuno.

Il suo unico dialogo è quello che si interpone con i mezzi di comunicazione e con quelli che gli mettono gli piace ai suoi link.

Di Mario Pichierri ci fidiamo e gli auguri che gli facciamo sono quelli di vederlo sindaco del nostro paese”.

Aldo Maggi, ex sindaco 

“Quello che racconta IAIA, sull’operato della mia passata amministrazione, è ignobile. Accusandomi di aver lasciato un paese irriconoscibile. In questi anni non ho mai risposto alle sue bugie. E quando parla di vecchia amministrazione che ha lasciato il paese in panne è vergognoso.

Sto facendo stampare l’elenco di tutte le nostre opere e poi vedere gente che si prende il merito di cose che neanche conosce. IAIA ha ereditato le opere che Sava ha visto in questi 5 anni. Questo è quello che abbiamo lasciato, di IAIA abbiamo il nulla.

Ma oggi abbiamo il dovere di vincere, per far riprendere il paese. A Sava c’è da fare tantissimo. Noi prima che finisse la nostra amministrazione avevamo dato incarico per fare il PUG, ma questi non hanno fatto nulla, solo pubblicità. Basta guardare le periferie e accorgersi di quello che il paese ha vissuto in questi 5 anni”.

Giulio Rossetti, SosteniAmoSava

Siamo fieri di una persona con l’esperienza di Mario Pichierri. Non diremo bugie, le bugie le stanno dicendo dall’altra parte specie da parte chi dice che Sava è un comune virtuoso di tutta la provincia quando è tutt’altro. A Sava la pressione fiscale è quasi al massimo.

L’amministrazione IAIA ha innalzato l’IMU, e questo va ricordato ai nostri concittadini. L’IMU è stata portata dal 7,6 al 9,8 per mille. Ha trovato un bilancio che riusciva a raggiungere l’equilibrio con un 7,6 per mille di aliquota IMU. Oggi non sappiamo  se basterà il 9,8 per mille.

L’amministrazione IAIA ha chiesto un anticipo di cassa al Banco di Napoli per oltre un milione e mezzo di euro. Prestito questo chiesto per far fronte alle spese correnti che l’amministrazione affronta.

E quando IAIA dice che al suo insediamento ha trovato “un comune al Medio Evo”, non oso immaginare come lo lascerà.

Senza scordare i costi della manutenzione del verde pubblico che in tre anni sono passati da 25mila euro a 80mila”.

Giovanni Caforio

Lascia un commento