MOTTOLA. LibriAmoci presenta l’ultimo romanzo di Annamaria Zito, “L’amaro sapore dei fichi secchi”

Mercoledì 28 dicembre, a partire dalle 19.30, storico ristorante mottolese “Il Rifugio dei Vip”. Con una cena natalizia di beneficenza a sostegno delle zone devastate dal sisma di Amatrice

Durante la serata di mercoledì 28 dicembre, a partire dalle 19.30, i caldi ambienti dello storico ristorante mottolese “Il Rifugio dei Vip” ospiteranno la presentazione dell’ultima fatica della penna martinese Annamaria Zito, “L’amaro sapore dei fichi secchi”, uno struggente racconto ambientato nella Seconda Guerra Mondiale.

Un viaggio sensoriale capace di far rivivere atmosfere perdute, grazie al quale scopriremo insieme il fenomeno delle Marocchinate francesi in Ciociaria, una delle pagine più sconosciute della storia italiana, tra le più violente e buie.

Il dialogo fra l’autrice e la nostra brillante dott.ssa Aurora Santurini, porterà alla luce i punti più salienti dell’opera, utili a far riflettere su un pezzo di storia ancora troppo poco noto ai più.

«Abbiamo deciso per questo nuovo appuntamento letterario un tema molto forte e intendiamo legarlo a quello beneficenza e dell’altruismo; – ha spiegato la dott.ssa Mariapaola Nigro, presidentessa dell’associazione – è edificante valorizzare la lettura affinché sia sempre baluardo di buoni e saldi principi e il Natale è sicuramente l’occasione migliore per farlo».

Il ricavato della serata sarà infatti devoluto in favore di un progetto editoriale presentato nel corso della serata dal Prof. Arch. Antonio La Balestra, grazie al quale sarà possibile ricostruire una biblioteca contenente importanti manoscritti di Giacomo Leopardi, completamente distrutta dal sisma che ha colpito le zone nei pressi di Amatrice.

Le ragazze di LibriAmoci invitano tutta la cittadinanza a prendere parte a questa serata dal mood conviviale e gioioso, arricchito dalle prelibatezze targate “Il Rifugio dei Vip”, cosicché la comunità mottolese possa, attraverso il piacere della lettura, fornire un aiuto prezioso a chi a Natale è meno fortunato di noi.

Per ulteriori informazioni scrivere a:

cosima.ferrara@hotmail.it

 

Lascia un commento