Monthly Archives: novembre 2016

Rinnovo A.I.A. Colacem di Galatina

Giovedì 24 Novembre 2016 – ore 10 – presso la Provincia di Lecce, Servizio Tutela e Valorizzazione Ambiente, in Via Botti n.1, si terrà la prima Conferenza dei Servizi per il riesame dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) rilasciata dalla Regione Puglia nel 2009 al cementificio Colacem di Galatina

Per le Istituzioni, per le Associazioni ambientaliste, quelle agricole e che tutelano la salute dei cittadini per chiunque voglia difendere il territorio dal crescente inquinamento, è questo appuntamento un’occasione importante per verificare, su basi scientifiche, l’impatto ambientale di tale insediamento (la più grande industria operante in provincia di Lecce) e per porre un freno all’espansione incontrollata dell’impianto e di tutte le attività ad esso correlate tra cui le numerose cave ad essa collegate che ormai occupano un’area (54 ettari complessivi per la sola Colacem) dello stessa grandezza degli abitati di Galatina e Soleto.

GROTTAGLIE. Sabato 26 novembre, alle ore 10:30, nell’aula Magna del Liceo Moscati. L’amore per la vita e il rispetto dell’individuo. Questo sarà il filo conduttore dell’incontro “L’amore che non ama”

Incontro promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali e la V Commissione Consiliare del Comune

L’amore nella sua definizione più ampia, dalla forma più generale dell’affetto, del forte sentimento a quella di una dedizione appassionata tra persone. Si parlerà di violenza sulle donne ma soprattutto di come le donne possono essere aiutate a uscire dall’oscurità. Ma non solo. Si discuterà anche di cyber-bullismo e di tutte le forma “malate” di amore che possono generare rapporti difficili e pericolosi.

CRISPIANO. Arriva il reportage shock Ghetto Italia

Secondo appuntamento della rassegna Re-Book al circolo Arci: venerdì si presenta il libro di Leonardo Palmisano e Yvan Sagnet

Venerdì 25 novembre, alle ore 18.30, al circolo Arci-Uisp di Crispiano avrà luogo la presentazione del libro “Ghetto Italia” (Fandango Libri), scritto da Leonardo Palmisano e Yvan Sagnet. Converserà con gli autori il giornalista Vincenzo Parabita.

“Natale in corsia” con la Pro Loco di Maruggio (Ta): gioia e colori per i bimbi dell’Ospedale “SS. Annunziata” di Taranto

Quest’anno, in occasione della festività natalizie, la Pro Loco Maruggio ha pensato di provare a portare un po’ di gioia fra le corsie del Reparto di Pediatria dell’Ospedale SS. Annunziata di Taranto

In collaborazione con ABIO (Associazione Bambini in Ospedale) Sez. di Taranto e FILA Spa la Pro Loco Maruggio donerà libri, colori e giocattoli ai bimbi che purtroppo non potranno trascorrere il Natale nelle loro case con l’augurio che possano ritornarci presto e in salute.

CALCIO FEMMINILE. Nella terza giornata del campionato Regionale femminile FIGC, l’Atletic San Marzano cade malamente in quel di Leporano, con il Futura Martina, per 4-0

Nota Stampa

In un match mal giocato dalle neroverdi, contraddistinto da due pesanti espulsioni e qualche errore difensivo di troppo, come conferma il tecnico Fabio Buonafede: “L’approccio alla gara è stato sbagliato: le ragazze sono scese in campo molli, senza voglia e personalità. La mia squadra ha dimostrato di avere due facce, visto che con il Sava è stata tutta un’altra cosa”.

Grottaglie. “IL GRUPPO CONSILIARE DEL PARTITO DEMOCRATICO PER IL NO AL REFERENDUM”

E invita la cittadinanza all’iniziativa pubblica di sabato 26 novembre con gli onorevoli Donatella Duranti e Nico Stumpo

Ha destato sorpresa leggere un documento del Partito Democratico di Grottaglie, a proposito del Referendum del prossimo 4 dicembre, in cui si annuncia “che la posizione del partito a Grottaglie è una sola e che tutta l’organizzazione del partito è impegnata per il SI al Referendum”.

SAVA. Il “Cimitero vecchio” è abbandonato all’ennesima potenza. Circondato da terreni privi di recinzione alla mercè di scriteriati che buttano di tutto

Una peculiarità del parco comunale degradato, grazie all’incuria amministrativa

La struttura del vecchio cimitero savese è risalente dalla fine dell’800 agli inizi del ‘900. Ha un area di circa 10mila metri quadrati. Ed è addirittura adiacente a molte abitazioni, senza ombra di dubbio abusive e successivamente condonate, che mettono in seconda luce questo importante sito archeologico.

SAVA. Proposta di rinvio a giudizio per calunnia (articolo 368 c.p.) per il sindaco Dario IAIA. Dovrà presentarsi davanti al Gup

“Incolpava il giornalista savese Giovanni Caforio del delitto di cui all’art. 612 bis c.p. pur sapendolo innocente”

“Con denuncia presentata presso la Procura della Repubblica incolpava il giornalista savese Caforio Giovanni del delitto di cui all’art. 612 bis c.p. pur sapendolo innocente, reato per il quale il predetto veniva prosciolto con sentenza del Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Taranto” recita così, nell’atto di citazione consegnato al primo cittadino savese, il Procuratore della Repubblica di Taranto dott. Remo Epifani.

Sava. LE PALAZZINE “EX IACP” E LA VORAGINE CON I LIQUAMI DI FOGNA NERA “TAPPATI”

Esposto all’ASL-Servizio Igiene e sanità pubblica

Esattamente un mese fa, cioé il 22 ottobre 2016, si determinò lo sprofondamento della base di una fossa IMHOFF, nel momento in cui un auto spurgo era in procinto di effettuare le operazioni di svuotamento. L’episodio,come é noto, si verificò all’interno dell’area adiacente alle 38 abitazioni delle case dello IACP.

SAVA. Gli operai della Igeco protestano nel Municipio per il mancato pagamento dello stipendio del mese scorso

Stamane alle 10.00 nella Casa comunale presenza corposa degli addetti alla raccolta differenziata. E’ diventato ormai un rituale

E ci risiamo. E non è la prima volta. Gli operatori della compagnia privata del servizio di raccolta differenziata porta a porta bussano al nostro Comune per il ritardo del pagamento dello scorso mese. Ma il nostro Ente pubblico non c’entra nulla. Affatto. Comprensibile il disagio di chi ha famiglia ed ha programmato le proprie spese mensili sullo stipendio della Igeco ma, francamente e questo lo abbiamo detto anche non molto tempo fa, il nostro Comune è in regola con i pagamenti al gestore privato.

SAVA. Via Fratelli Bandiera. Locali del mai attivato mercato ortofrutticolo al degrado strutturale

Nei giorni scorsi l’intervento dei Vigili del fuoco per la rimozione del calcestruzzo carbonatizzato 

Da quasi 40anni in Via Fratelli Bandiera esiste questa imponente struttura di proprietà comunale nata, secondo le intenzioni iniziali, come mercato rionale dedito a servire il popoloso quartiere San Luigi. E in questo non si può dire che il progetto non fosse malvagio. Ma in tutti questi passati decenni abbiamo visto da tutte le amministrazioni che si sono succedute sono proclami e per di più quelli in campagna elettorale, specchio abbagliante per i savesi speranzosi di vedere almeno partire questo enorme plesso.

MANDURIA. “Del Furore bacchico e di altri calici”, un successo di ampie proporzioni

Tale è stato l’evento che il Centro Educazione Ambientale di Manduria ha tenuto sabato scorso (19 novembre) presso la sede del GAL “Terre del Primitivo”

In una cornice gremitissima di pubblico in cui molti non sono riusciti ad accedere a causa della grande affluenza, si è raccontato di come il vino sia espressione di magia, di religione ma anche veicolo di traffici commerciali che fin dall’antichità hanno caratterizzato le economie di diversi popoli e di come il vino abbia influenzato le società civili antiche.

DA BOLZANO A BARI, LA GRANDE SFIDA E’ DI ENQVIST

Reclutato all’ultimo momento, lo svedese vince la quinta edizione de “La Grande Sfida”. In finale ha superato John McEnroe in due set, facendo valere i 15 anni di differenza. Per lui l’Italia è un posto speciale: 24 anni fa, ci aveva vinto il suo primo titolo ATP. Terzo posto per Henri Leconte. Bilancio positivo per un evento pieno di passione

 

Il padrone della Grande Sfida Bari è un bel ragazzone svedese che fino a qualche giorno fa non pensava nemmeno di esserci. Ma poi l’infortunio di Guy Forget ha aperto a Thomas Enqvist la strada verso Bari. Dei quattro protagonisti, era lui il più giovane. E la sua freschezza fisica, unita a una forma invidiabile, gli ha permesso di portare a casa il titolo battendo John McEnroe in una finale molto interessante, soprattutto nel secondo set.

Xylella: “I monitoraggi continuino a tambur battente, lavoriamo insieme”

CIA Puglia guarda con attenzione ai progetti di ricerca come quello del CREA di Caserta

 

BARI  – “Olivicoltura di qualità. Xylella fastidiosa, nuove risposte nella prevenzione e cura della fitopatologia”: è stato questo il tema di un interessante incontro pubblico svoltosi nei giorni scorsi ad Alberobello presso la sala consiliare di palazzo di città. Organizzato dalla O.P. “Terra di Bari” e dalla Cooperativa Ortofrutticola di Alberobello con la collaborazione della CIA – Agricoltori Italiani di Puglia, l’evento ha visto la partecipazione del prof. Marco Scortichini, direttore del CREA di Caserta, che ha presentato i primi risultati del progetto di ricerca che il CREA di Caserta sta portando avanti in Puglia per far fronte al batterio Xylella fastidiosa attraverso l’impiego di prodotti a base di rame e zinco già utilizzati nella agricoltura biologica.

Onu : Aids, sono 18,2 milioni le persone che seguono terapia

Circa 18,2 milioni di persone nel mondo a fine giugno avevano accesso ai farmaci salvavita contro il virus HIV responsabile dell’Aids, tra cui 910’000 bambini, pari al doppio rispetto a cinque anni prima

A rivelarlo è il Rapporto dell’Unaids, il programma congiunto delle Nazioni Unite sull’Aids. che Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” riporta. Ma la lotta al virus continua a registrare importanti sfide, in particolare per le giovani ragazze dai 15 ai 24 anni: nel 2015 circa 7’500 giovani donne sono state infettate con l’Hiv ogni settimana, rivela il rapporto.

Grottaglie. “UN FATTO POSITIVO LE ULTERIORI 66 STABILIZZAZIONI ALLA LEONARDO-FINMECCANICA”

Nota stampa di Cosimo Giannattasio, segretario generale  Ust Cisl Taranto –Brindisi

Il confronto che abbiamo tenuto, di recente, con l’ufficio legale di Manpower sui criteri da adottare per la stabilizzazione di ulteriori 66 unità lavorative, presso lo stabilimento Leonardo-Finmeccanica di Grottaglie, conferma un trend che noi valutiamo come positivo, avviato già all’inizio del corrente mese di novembre, quando primi 60 lavoratori erano passati alle dirette dipendenze dello stesso Gruppo che ha deciso di re/internalizzare alcune attività del ciclo industriale assumendo, appunto, stabilmente alcuni lavoratori interinali.

TARANTO. Una serata, quella di sabato, all’insegna del mecenatismo al museo MarTA

Cultura, arte, musica, impresa e socialità. Il tutto gestito con lo sguardo attento all’investimento, tipico del privato, in un’ottica di “impresa culturale” con una marcata valenza sociale e formativa

Abbiamo chiesto a Federica Nigri di FENIgioielli organizzatrice dell’evento, che ha esposto i suoi segnatempo al Museo Nazionale Archeologico MarTA di Taranto, il perché di questa scelta.

“Premio Corriere di Taranto”

Si concludono alle ore 14.00 del 23 novembre le votazioni per la prima edizione del ‘Premio Corriere di Taranto’

Le preferenze ed i vincitori saranno rese pubbliche nel corso della serata che si terrà, sempre il 23 novembre, nella Baia delle Sirene, nella Città Vecchia, a partire dalle ore 20.30. Alla cerimonia di premiazione, con ingresso libero e gratuito, sono stati invitati i concorrenti che sono stati indicati dai lettori del ‘Corriere di Taranto’ per le quattro categorie stabilite: Cultura, Difesa dell’ambiente, Impresa Green e Terzo Settore.

TARANTO. Oggi si conclude “Stili a confronto”

Si conclude la quinta edizione della Rassegna cameristica “Stili a Confronto” dell’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia”

La manifestazione musicale, curata da Maurizio Lomartire e organizzata in collaborazione con il Comune di Taranto, ha lo scopo di mettere a confronto stili compositivi diversi per far conoscere la musica a un pubblico eterogeneo, “divertendolo” con brani scelti per favorire l’ascolto anche da parte di chi non frequenta abitualmente le sale da concerto.

Un pezzo di metallo nel panettone italiano con il marchio Billa

Disposto il ritiro nei supermercati austriaci

La notifica settimanale del 18 novembre di Rasff (Sistema di Allerta Rapido Comunitario) a tutela dei consumatori, comprende una segnalazione di allarme livello “rischio grave”, inviata dal Ministero della Salute austriaco, per panettone prodotto in Italia e venduto in Austria nei supermercati con il marchio Billa.  In una confezione è stata segnalata la presenza accidentale di un frammento di metallo.