SAVA. La manifestazione “per il depuratore e per avere un sistema fognario funzionante” è stato un flop?

Il sindaco pro tempore IAIA, per la sua campagna elettorale, faccia uno sforzo e si cerchi qualche altro argomento

Perché? E’ quello che si sono chiesti diversi savesi che questa sera hanno assistito allo sparuto numero di concittadini partecipanti (con una buona parte di forestieri), davvero pochi, poco più di 300, su una popolazione 16.490 abitanti.

Evidentemente non si tratta del disinteresse verso un argomento importante come quello delle fogne che mancano a Sava sin dalla sua fondazione che risale a oltre 500 anni fa, ma l’assenteismo al corteo può essere stato causato dalla evidente politicizzazione della questione, considerata una passerella di personaggi di partito intervenuti al fianco del sindaco pro tempore IAIA, tra cui l’on. Chiarelli e il Consigliere regionale Perrini, oltre ai due altri Consiglieri regionali che fanno di nome Franzoso e Borracino.

Infatti, da parte di diverse persone che si sono trovate in piazza in quel momento, è stato espressa la fondata ipotesi che, avvalendosi della questione legata alle fogne e al depuratore, il sindaco abbia trovato l’argomento clou per la propria campagna elettorale alle prossime amministrative di Sava.

Se così fosse, si dovrebbe prendere atto che, politicamente parlando, non è andata nella maniera migliore, visto che ad ascoltare IAIA e i suoi referenti di partito c’era uno sparuto gruppetto di circa 300 persone.

Una passerella politica che, comunque, è sfociata nel populismo più elementare, considerato che si sono ribadite tesi e fatti già portati in piazza e rimescolati più volte.

A questo punto, sempre politicamente parlando, non si può non dare un consiglio al sindaco IAIA: d’ora in poi, per la sua campagna elettorale faccia uno sforzo e si cerchi qualche altro argomento, tanto a decidere per il depuratore sarà sempre e solo la Regione così come ha fatto per la discarica di Manduria.

Concludo col suggerire al sindaco IAIA, a proposito di salute pubblica, magari si impegni un pò per risolvere la questione della fossa Imhoff sprofondata alle palazzine Iacp, visto che la Asl l’ha invitata ad intervenire con immediatezza.

Mimmo Carrieri

Lascia un commento