Grottaglie. “IL GRUPPO CONSILIARE DEL PARTITO DEMOCRATICO PER IL NO AL REFERENDUM”

E invita la cittadinanza all’iniziativa pubblica di sabato 26 novembre con gli onorevoli Donatella Duranti e Nico Stumpo

Ha destato sorpresa leggere un documento del Partito Democratico di Grottaglie, a proposito del Referendum del prossimo 4 dicembre, in cui si annuncia “che la posizione del partito a Grottaglie è una sola e che tutta l’organizzazione del partito è impegnata per il SI al Referendum”.

Niente di più falso perché sono tantissimi gli iscritti e i militanti del PD di Grottaglie che hanno deciso di opporsi votando NO al Referendum avendo molte perplessità sull’impostazione data nella campagna referendaria che, dopo aver spaccato il Parlamento a colpi di voti di fiducia, rischia ora di spaccare il Paese. Iscritti e militanti che si rivolgono al Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Grottaglie per manifestare il disagio di affermazioni che turbano la comunità dei democratici grottagliesi.

Con la proposta riforma gli elettori democratici vedono uno stravolgimento dello stesso spirito costituente del Partito Democratico sancito nel Manifesto Fondativo dei Valori Del Partito Democratico del 2008 che si impegnava “a metter fine alla stagione delle riforme costituzionali imposte a colpi di maggioranza”. Ma il rischio più concreto è rappresentato dall’intero impianto della riforma che cambia la democrazia parlamentare trasformandola in un Parlamento condizionato dalla volontà del premier con una legge elettorale che, di fatto, sarà composto da nominati, senza la possibilità per gli elettori di scegliere i propri rappresentanti, senza portare nemmeno all’eliminazione del bicameralismo perfetto e senza conseguire effettivi risparmi della spesa pubblica. Inoltre si vogliono accentrare tutti i poteri allo Stato centrale vanificando lo spirito costituzionale del decentramento federativo svuotando le Regioni dei poteri, impedendo ai territori e alle comunità la possibilità di decidere il proprio destino, ma senza intaccare invece quello delle Regioni e Provincie a Statuto speciale producendo così una disparità di trattamento tra cittadini.

Il Gruppo Consiliare del Partito Democratico di Grottaglie, nel richiamare la segreteria cittadina ad un maggiore equilibrio e sobrietà, convinto che sulle modifiche della Costituzione non ci possa essere alcun vincolo di appartenenza politica e, consapevole di interpretare la volontà di moltissimi cittadini e militanti del PD, manifesta la propria posizione esprimendosi per un chiaro giudizio negativo sull’impostazione referendaria e invitando gli elettori a votare NO al Referendum del 4 dicembre prossimo.

Pertanto, invita la cittadinanza a partecipare al confronto pubblico il prossimo sabato 26 novembre alle ore 17,30 presso l’aula consiliare del Comune di Grottaglie, introdotto dalla prof.ssa Marisa PATRUNO, con il saluto del Sindaco avv. Ciro D’ALÒ e con la partecipazione dell’on. Donatella DURANTI di Sinistra Italiana/SEL e dell’on. Nico STUMPO del Partito Democratico.

IL GRUPPO CONSILIARE DEL PARTITO DEMOCRATICO DI GROTTAGLIE

Francesco Donatelli, Aurelio Marangella, Massimiliano Serio

Lascia un commento