MANDURIA. “Affissione abusiva di manifesti del comitato Basta un Si”

Nota stampa del Meetup Manduria 5 Stelle

Il meetup messapico ha provveduto a portare a conoscenza delle istituzioni l’affissione abusiva di manifesti del comitato Basta un Si, che promuovono il convegno di venerdì 11 Novembre, avente titolo, LE RAGIONI DEL SI ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE. 

Il Comune è tenuto a vigilare sulla corretta osservanza delle disposizioni legislative e regolamentari anche quando le violazioni sono commesse dagli amministratori.

Inoltre come da circolare del 7-10-2016 n. 42/2016 del Ministero dell’Interno, alla lettera a), è vietato agli amministratori di fare campagna referendaria sfruttando la propria carica istituzionale.

Teniamo a far presente agli amministratori che è loro dovere rispettare le disposizioni che si presume debbano essere osservate dai cittadini. 

Chiediamo che venga comminata ai responsabili delle affissioni abusive la sanzione amministrativa prevista.

I manifesti sono caratterizzati dall’assenza del timbro attestante l’avvenuto pagamento dell’imposta sulla pubblicità, onere dovuto all’ufficio affissioni e pubblicità del Comune.

Siamo quindi testimoni di una battaglia fatta di illegalità e spreco di denaro da parte di chi, sostenendo il SI, lo motiva sostanzialmente ed unicamente sull’abbattimento dei costi della politica. In questo caso, chi non rispetta le regole lo fa volontariamente, non certo per ingenuità.

Rispettare le leggi è doveroso da parte di tutti, cittadini e amministrazioni! Il Meetup porterà avanti questa battaglia per la legalità.

Nel frattempo invitiamo i cittadini a valutare seriamente queste violazioni, e in vista del Referendum del 4 Dicembre, tenere presente che chi vuole abbattere i costi è il primo a non pagare!

 

Lascia un commento