RECENSIONI. Giovanna Politi e le sue poesie

Tante poesie. Tanti scritti. Tante pubblicazioni. I riconoscimenti alle sue opere. La biografia della scrittrice

Giovanna Politi nasce a Roma il 14 novembre del ’70, compie studi classici e da sempre convive con il sacro demone della scrittura. Ama la poesia, la sente, la vive, la scrive; adora D’Annunzio, Ungaretti e Montale e dei loro versi si nutre. Nel 1988 vince il primo premio “Raggio verde” con la poesia “Solitudine”. Nel 1997 pubblica la sua prima raccolta poetica “Pensieri allo specchio” Liber Ars Edizioni e nel 2011, per Aletti Editore la seconda, “La voce del ventre”.

Nel marzo 2013, la pubblicazione del suo primo romanzo “Chi vola basso non può toccare il cielo”, Kimerik Edizioni, per nove mesi in vetta alla classifica della stessa Casa Editrice, con successo di vendite. Giovanna Politi, dal febbraio 2013 è presente nell’Antologia dei Poeti Italiani Contemporanei (Casa Editrice Pagine-Roma) curata da Elio Pecora. Presente nell’antologia degli Scrittori Contemporanei, Kimerik Edizioni. Pubblicata nell’antologia “Ho conosciuto Gerico”, Ursini Editore con la poesia “Se” con la quale ha ricevuto una menzione di merito dalla giuria al premio Alda Merini, maggio 2014.

I suoi scritti hanno accompagnato una mostra itinerante da Perugia a Cosenza per il progetto della Pittrice Adele Lo Feudo, “Per un petalo rosa”, contro il femminicidio. Pubblica le sue poesie sul sito Scrivere, Rime scelte, I pensieri del cuore. Con il romanzo “Chi vola basso non può toccare il cielo”, nel 2013 ha preso parte all’Iniziativa Itinerari Rosa, patrocinata dal Comune di Lecce, ha partecipato al Salone del libro di Torino, Al Salone del Libro di Padova, al Salone del Libro di Francoforte, a Città del Libro (Campi Salentina) e ad altrettante Fiere e manifestazioni in giro per l’Italia, tra cui ospite dell’Associazione culturale Alchimie d’Arte al Palazzo della Poesia Bice Piacentini, evento patrocinato dal Comune di San Benedetto del Tronto.

Nel maggio 2014, è stata tra i cinque scrittori che hanno preso parte alla Regata Letteraria Gallipoli / Valona, organizzata dall’Associazione Uisp per favorire l’incontro tra culture. Il 22 novembre dello stesso anno ha presentato alla Fondazione Palmieri, patrocinato dal Comune di Lecce e dall’Assessorato alla cultura, il suo nuovo romanzo “Non è stato solo vento” (Kimerik Edizioni), con il quale, in 6 mesi dalla pubblicazione, ha vinto il primo Premio Internazionale di Letteratura Mondolibro – Roma 2015 – una segnalazione d’onore al Premio Internazionale di Letteratura San Valentino – Terni 2015 – secondo posto al Premio Nazionale di Letteratura e Teatro Nicola Martucci- Città di Valenzano.

Con “Non è stato solo vento”, Giovanna Politi ha partecipato al Salone Internazionale del Libro di Torino 2015 e, in nove mesi dall’uscita, ha tenuto 23 presentazioni in tutta Italia. Nel luglio scorso, ha ricevuto la menzione d’onore al Premio Alda Merini 2015 con la poesia “Baciami”, già inserita nell’antologia dello stesso Premio, Alda nel cuore, ed. Ursini. 

Domenica 8 maggio 2016, Giovanna Politi ha ricevuto l’ambito Premio “E’ Donna” conferitole dalla Redazione de “Il Sallentino” con la motivazione seguente: Per l’alto valore conseguito con la sua attività e per il contributo dato alla crescita della Comunità.

 

Per il terzo anno consecutivo, lo scorso 15 maggio 2016 è stata presente al Salone Internazionale del Libro di Torino e quest’anno come ospite d’onore della Casa Editrice Kimerik che ha festeggiato l’autrice con il suo “Non è stato solo vento” per essere stato il libro più venduto nel 2015. “Non è stato solo vento” inoltre si è classificato tra i primi 10 libri al prestigiosissimo Concorso Internazionale Nicola Zingarelli 2016.

Il 17 maggio, Giovanna Politi è stata una dei protagonisti del “Festival Internazionale della Poesia” che si è svolto a Lecce in contemporanea mondiale con altre città di molte nazioni. 

Nel dicembre del 2015, ha pubblicato la sua raccolta poetica Dell’anima falò, 112 liriche dove passione e amore, squarciano i silenzi dell’anima e risvegliano il cuore.

Il 19 maggio 2016 Giovanna Politi ha inaugurato la grande rassegna artistico culturale di “Valori e Rinnovamento”, “Barocco che incanta” presentando ufficialmente “Dell’anima falò” presso il Museo/Galleria ART&CO alla presenza del Prefetto di Lecce Dott. Claudio Palomba e del Magistrato, attore e autore di testi teatrali Salvatore Cosentino che ha curato la prefazione del libro stesso.

A pochi mesi dall’uscita, Giovanna Politi con “Dell’anima falò” ha già vinto in primo premio assoluto al Concorso Nazionale di Letteratura e Teatro Martucci/Valenzano, una menzione d’onore al Premio Vitruvio, una menzione d’onore al Premio “Città del Galateo” ed è finalista al Premio Alda Merini.

Le poesie di Giovanna Politi sono state tradotte in inglese e pubblicate sulla nota rivista culturale Puglia – Usa: Bridge.

I versi della scrittrice, a breve accompagneranno le pregiatissime bottiglie del passito “Mater Terra” del prestigioso brand Apollonio con cui l’autrice ha da poco siglato una fertile collaborazione.

Il 15 luglio 2016 Giovanna Politi ha presentato il suo romanzo “Non è stato solo vento” nella magica Abbazia di Montescaglioso ed in tale serata, la scrittrice ha siglato il gemellaggio tra l’Associazione Donne 2019 Montescaglioso (Mt) e il Movimento Leccese di cui lei stessa fa parte: Valori e Rinnovamento guidato dal Prof. Wojtek Pankiewicz. Tale accordo ha sancito future e fertili collaborazioni oltre che tra i due Movimenti, tra due Città che lavorano e cooperano per gli stessi obiettivi.

Giovanna Politi, il 3 agosto 2016 ha affiancato a Teatro Salvatore Cosentino nella Piece Teatrale Eva Non è ancora nata.

Nello stesso mese di agosto, Giovanna Politi è stata protagonista di una serata dedicata a “Vino e Poesia” nella magica cornice del castello di Acaya e nella stessa location, pochi giorni dopo ha partecipato al 41 Educational nel Salento di giornalisti provenienti da tutta Italia. Lo scorso 15 ottobre, la scrittrice è invece stata la testimonial di “Donne 2019” nell’incontro in Vaticano con Papa Francesco a cui ha consegnato una lunga lettera da lei redatta che parla di migrazione, di uguaglianza, d’amore per il prossimo.

Con il progetto “Libriamoci”, voluto dal Miur e dal Ministero dei Beni Culturali, Giovanna Politi ha già visitato 27 scuole in tutta Italia per parlare ai nuovi virgulti oltre che dei suoi libri, di bellezza e di poesia. Nei prossimi mesi, sarà ancora in fiera a Matera, Corato, Padova, Milano, Londra, Francoforte e negli USA.

Il prossimo 17 dicembre, presso il Castello Carlo V di Lecce sarà presentata la sua prima favola “Lalla e il segreto della felicità” nata dall’esigenza di parlare di Bellezza all’infanzia, diventato poi anche un progetto didattico/artistico/scientifico curato in collaborazione con la Dott.ssa Chiara Armillis, e che come tale sarà portato in molti ospedali e scuole d’Italia.

I diritti d’autore della favola, sono stati devoluti dall’autrice alla Fondazione Ettore Sansavini per la ricerca scientifica, con a capo la Dott.ssa Beatrice Sansavini, che ha sposato con entusiasmo il progetto ritenendolo affine alle peculiarità della Fondazione stessa.

In corso di scrittura il suo nuovo romanzo “Io sono l’a-more”, storia di una ragazza sorda che amando, ci educa ad un nuovo “sentire”.

 

 

Lascia un commento