SUL DEPURATORE E LO SCARICO A MARE: “QUANTA CACCA!”

Il duo Franzoso-IAIA dove porterà?

“Lo scarico a mare é inevitabile”. Queste le parole che la Consigliera regionale Francesca Franzoso ha pronunciato su tutti i veicoli di stampa locale l’altro ieri.

Al contrario, del compianto Pietro Franzoso (padre) che, come dimostra il filmato che segue, le foto e gli articoli apparsi a suo tempo, si dichiarò contrario e lottò contro qualunque tipo di soluzione con scarico a mare.

https://www.youtube.com/watch?v=Lx1NwUG6OOs

Oggi, la signora Franzoso, mentre accusa tutti di demagogia e strumentalizzazione, si schiera a viso aperto a fianco del sindaco pro tempore Dario Iaia che (vista la campagna elettorale per le prossime amministrative) si erge a salvatore della cittadina che da 40 anni possiede un depuratore “riuscito male” bloccato sul nascere e quindi mai andato in funzione con un inutile sperpero di denaro pubblico da parte degli amministratori dell’epoca.

Oggi, il sindaco Iaia (in maniera non certo scevra da ogni interesse politico) sente più che mai la necessità di dotare Sava di un depuratore, senza calcolare che prima dovrà essere effettuato il collaudo e l’interconnessione alla rete fognaria.

In ogni caso, ci si chiede se la Consigliera Franzoso sfilerà a fianco del primo cittadino savese nella manifestazione del 27 novembre per rivendicare il diritto alla salute.

Concludo col dire che il depuratore é senza dubbio utile ma senza lo scarico a mare, mentre sono inutili le pretestuose strumentalizzazioni in cerca di consensi per le prossime elezioni comunali carissimo sindaco.

Mimmo Carrieri


Lascia un commento