SAVA. Parco Cinieri. Ennesima cementificazione del tronco di un albero

Assessore dottor Pasquale Calasso, liberi … quell’albero!!!

E’ incredibile dover constatare che Lei, assessore ai Lavori pubblici savese, abbia potuto assistere passivamente alla cementificazione di un albero magari immaginando che potesse essere il modo migliore per recuperare un rapporto virtuoso con la natura.

Non necessariamente bisogna essere in possesso di una laurea in botanica per sapere che gli alberi sono organismi viventi e non elementi di arredo.

Essi vivono, crescono, respirano, e comunicano con l’ambiente circostante, ma se la terra al di sotto della pianta non ha un minimo di ossigenazione, non potendo assorbire acqua dalle radici, sono destinati a morire.

Ma, purtroppo, stando a quanto accaduto all’interno di quell’area pubblica, al cui interno un albero é diventato un “corpo unico” con il marciapiede, ancora una volta a non sapere tutto ciò è lei l’assessore ai Lavori Pubblici che quotidianamente ha seguito i lavori per la realizzazione del parco, consentendo all’impresa esecutrice di maltrattare un patrimonio che appartiene alla collettività.

Esimio assessore Calasso, se l’albero non verrà liberato avrà vita breve quindi, prima che questo accada, si adoperi per il ripristino dello stato dei luoghi e liberi quell’albero dall’abbraccio mortale del cemento.

Mimmo Carrieri

Lascia un commento