VW: airbag difettoso negli USA

Nuovi guai per la casa tedesca che rischia spese supplementari per altri 400 milioni di dollari

All’alterazione delle emissioni si aggiunge un nuovo guaio per Volkswagen. Il richiamo degli 850’000 veicoli equipaggiati con un airbag difettoso della giapponese Takata, montato anche su 840’000 BMW e altrettante Mercedes e su milioni di veicoli di altre marche, potrebbe costare alla casa tedesca 400 milioni di dollari. Un portavoce di VW, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si è rifiutato di esprimersi sulla cifra anticipata dalla Welt am Sonntag.

Lo stesso domenicale riferisce anche che le autorità statunitensi stanno premendo sul costruttore affinché, quale riparazione per lo scandalo delle emissioni, si impegni a produrre delle auto elettriche nella fabbrica di Chattanooga (Tennessee).

Contemporaneamente VW dovrebbe partecipare al programma per la costruzione di stazioni di ricarica attraverso gli Stati Uniti.

Lascia un commento