TARANTO. Oggi la “prima volta” dell’Epilessia nella scuola

Per la prima volta a Taranto l’informazione sulla epilessia parte direttamente dalla scuola grazie all’I.T.E.S. Polo Commerciale “Pitagora” in collaborazione con la Lega Italiana Contro l’Epilessia

Alle ore 11.00 di oggi, martedì 23 febbraio, nel teatro “Emanuele Basile” dell’Istituto “Pitagora”, in Via Pupino a Taranto, si terrà l’incontro “Per informare e non farsi sorprendere dall’epilessia”: sarà il dottor Giovanni Boero, dell’U.O. di neurologia dell’Ospedale SS Annunziata, ad incontrare gli studenti per spiegare loro le cause e la sintomatologia di questa patologia e, soprattutto, sfatare molti dei luoghi comuni e dei pregiudizi che circondano l’epilessia penalizzando i malati.

Monica Martina, responsabile dell’Associazione di volontariato E.P.P.I. (Epilessia Puglia Progetto per l’Integrazione9 l’unica del territorio ad affrontare questa problematica (info. epilessiapuglia@libero.it – 347.8287256), nell’occasione ha detto «ringrazio Nadia Bonucci, Dirigente scolastico dell’Istituto “Pitagora”, per aver voluto iniziare anche sul nostro territorio un’opera di informazione sull’epilessia e di sensibilizzazione degli studenti direttamente nelle scuole, al fine di dissipare l’ignoranza intorno alla malattia contribuendo a migliorare la qualità di vita delle persone epilettiche: oggi è più che mai necessario partire dall’ambito scolastico».

Monica Martina ha poi spiegato che «senza un adeguato supporto, quel “sostegno” garantito dalla Legge a tutti gli studenti con una invalidità, in alcuni casi l’inclusione nella scuola dei giovani epilettici può presentare notevoli problematiche, tali da generare disagi psicologici che, anche in caso di guarigione completa, comunque penalizzeranno la vita sociale per il resto dell’esistenza».

«E.P.P.I. è a disposizione di tutte le scuole del territorio – ha concluso Monica Martina – per condividere azioni e percorsi per favorire l’inserimento scolastico degli studenti epilettici, la nostra associazione si avvale dell’esperienza di realtà del Settentrione, l.’E.L.O. e la F.I.E. ad esempio, che affrontano queste problematiche da decenni; parimenti l’E.P.P.I. è pronta a supportare, anche legalmente, i genitori che incontrano difficoltà a vedere riconosciuto il diritto dei figli epilettici a godere, in occasione dell’inserimento scolastico, di quel “sostegno”  garantito ex lege».

L’addetto stampa CSV Taranto

Marco Amatimaggio

 

Lascia un commento