LEPORANO. Filippo Pavonne (CoR): “Il Comune spreca 120 mila euro per un servizio mai effettuato”

“Bluff differenziata, dopo 4 mesi il servizio è ancora fermo”

Il tema è la raccolta differenziata. E’ polemica tra maggioranza e opposizione, nello specifico parte all’attacco il coordinamento cittadino dei Conservatori e Riformisti, rappresentato dal giovane Filippo Pavone, nonché responsabile giovanile provinciale del partito fittiano. “Lo scorso ottobre – dichiara Pavone – l’Amministrazione comunale targata D’Abramo annunciava con entusiasmo l’affidamento del servizio di raccolta differenziata ad una nuova ditta, ad un costo di 1000 euro in più al giorno rispetto alla precedente gestione.

Più volte abbiamo chiesto chiarezza sui dati di questi primi mesi di differenziata, ma purtroppo nessuna risposta ci è mai stata data. Anzi, una solo risposta: il silenzio! Per di più è stata negata la nostra richiesta di convocare un consiglio comunale monotematico sulla questione.

Nei giorni scorsi abbiamo appreso dalla sezione albo pretorio del Comune degli schemi di convenzione con le ditte specializzate per il trattamento dei rifiuti per dare realmente il via alla raccolta differenziata. Ma allora fino ad oggi abbiamo solo perso tempo? In questi quattro mesi i nostri rifiuti sono andati a finire in discarica.

Caro Sindaco e caro assessore Presicci, continuate a prendere in giro i leporanesi. A quanto pare ad oggi il nostro Comune non ha mai riciclato una bottiglia di plastica. Nonostante ciò, si continuano a dare false informazioni sulla raccolta differenziata, e intanto i cittadini di Leporano hanno pagato ben 120 mila euro per un servizio mai effettuato.

L’intera vicenda – conclude Pavone – ci lascia basiti e senza parole. La politica può anche sbagliare, ma mentire ai propri cittadini è davvero grave, oltre ad essere profondamente triste”.

 

Lascia un commento