TRIVELLE: VERDI, ELECTION DAY POSSIBILE SE ALFANO VUOLE BUTTARE 300 MILIONI PER OSTACOLARE UNA CONSULTAZIONE POPOLARE GESTO IRRESPONSABILE CHE OFFENDE SACRIFICI CITTADINI

Nota stampa della FEDERAZIONE DEI VERDI

 “Le obiezioni di Alfano all’Election Day per il referendum sulle trivelle sono tutte assolutamente superabili: basterebbe che il ministro dell’Interno facesse coincidere, nel decreto di convocazione dei comizi, la data del Referendum con quella del primo turno delle elezioni amministrative”.

Lo dichiara Angelo Bonelli dei Verdi che conclude: “In questo modo si risparmierebbero almeno 300 milioni che potrebbero essere investiti immediatamente nel trasporto pubblico nelle città che soffocano nello smog”.

“Alfano si tolga dalla testa di boicottare il referendum sulle trivelle che rappresenta una straordinaria occasione di scelta per i cittadini che sono chiamati a decidere il modello energetico del Paese – conclude Bonelli -. Buttare 300 milioni per ostacolare una consultazione popolare rappresenta un gesto irresponsabile che offende i sacrifici che i cittadini hanno fatto in questo momento economico difficilissimo”.


FEDERAZIONE DEI VERDI – UFFICIO STAMPA

Via Antonio Salandra, 6 – 00187 Roma Tel. 0642013750 – Fax. 0642013718

Web – Mail – Facebook – Twitter

 

Lascia un commento