SAVA. Se l’uomo è andato sulla luna … l’amministrazione IAIA sta ancora all’età della pietra!

Vasca di Piazza Risorgimento: il lettore dedichi 5 muniti a questo scritto. Spesi inutilmente 10000 euro. C’è da ridere o forse da … piangere?

Mercoledì 26 agosto, ore 11.00. Piazza Risorgimento: ai bordi della vasca un ragazzo ha delle provette che riempie di acqua, limacciosa maleodorante e putrida, ospitata nella vasca della importante villa comunale nel centro urbano.

E’ seguito attentamente dal dottor Pasquale Calasso validissimo ed eterno assessore ai Lavori Pubblici ora nell’amministrazione IAIA, il quale è appoggiato alla ringhiera protettiva del pozzo di deposito dell’acqua e osserva il prelievo, inoltre c’è anche il dirigente al Patrimonio savese arch. Alessandro Fischietti che segue operazioni.

Oggetto: l’acqua della vasca e il perché è sempre limacciosa, putrida e maleodorante. In attesa di capire, a quasi due anni dalla sua attivazione, le ragioni.

Quindi, dopo aver spesso oltre 4000,00 euro per il depuratore messo a dimora all’interno del pozzo dell’acqua di riciclo e aver fatto più di una dozzina di svuotamenti, con relativa pulizia del fondale, siamo punto e a capo.

Per tanto, se volessimo fare un pò di conti, costo complessivo della manutenzione di questa vasca nell’arco dei quasi 24 mesi, è di circa 10000,00 (diecimila euro!).

Questa somma complessiva ci viene data dai 4000 euro del piccolo depuratore installato e dalle circa 400 euro che il nostro Comune spende per lo svuotamento e la pulizia della vasca.

O meglio, ai giorni nostri, 10000 euro … spesi a vanvera.

E a dire che il sindaco pro tempore IAIA, nei suoi spot elettorali, parlava di moralizzare la spesa pubblica!

Giovanni Caforio

 

Lascia un commento