Manduria. M5S: “L’amministrazione Massafra continua a spremere i cittadini anziché cercare risorse economiche alternative”

Nota stampa dei pentastellati messapici sui finanziamenti pubblici

Con gli ultimi provvedimenti, collegati al bilancio, si sono mantenuti gli altissimi livelli di tassazione locale (Imu, Tasi, Tari, ecc.) per continuare a spendere i livelli (bassissimi) di servizi di cui la popolazione può usufruire.

C’è bisogno di un’amministrazione per far sì che le spese sostenute vengano ripartite tra i cittadini? L’unica attività svolta da questa amministrazione è quella di ripartirsi e equilibrare le poltrone!

I livelli di tassazione locale sono altissimi e i servizi di cui usufruiscono i cittadini sono ormai all’osso. Quindi per i prossimi anni non si prospetta alcun miglioramento nella qualità della vita della nostra cittadina.

Anche le opere pubbliche che si vorrebbero realizzare nei prossimi anni non sono altro che prestiti, con la cassa depositi e prestiti, che comunque tutti noi dobbiamo restituire e che peseranno sulle nostre teste e sulle generazioni future come una spada di Damocle.

L’attività politica (oltre la spartizione delle poltrone e altri interventi di equilibrismo politico), di questa amministrazione, dov’è?

Mentre l’Amministrazione era indaffarata a litigare su come indebitare la comunità o spartire le spese del programma estivo tra amici e sostenitori (qualcuno è riuscito a procurarsi il programma? qualcuno si ricorda di qualche evento in particolare?), si sono persi anche dei finanziamenti come quelli per il recupero delle strade rurali.

Il meetup Manduria 5 Stelle, nel solo mese di luglio, ha presentato a questa amministrazione diverse proposte che potrebbero fornire delle entrare straordinarie non indifferenti al nostro Comune o, comunque, venire incontro ai cittadini che non possono far fronte al pagamento delle esose tasse locali.

E’ stato proposto di partecipare all’avviso C.S.E. 2015 che prevedeva la concessione di contributi a fondo perduto per l’efficientamento energetico degli edifici comunali.

E’ stato proposto di organizzare un workshop (con fondi europei) per formare dei dipendenti comunali all’ottenimento di fondi europei (molti a fondo perduto) che possono finanziare varie attività Comunali.

E’ stato proposto di applicare l’art. 24 della legge 164 del 2014 (“baratto amministrativo”) per venire incontro ai cittadini in difficoltà economiche, di poter pagare le imposte comunali con attività socialmente utili.

Finora nulla è stato realizzato e il tempo passa e alcuni finanziamenti scadono inesorabilmente.

Vogliamo ora mettere al corrente, sia l’Amministrazione che tutti i cittadini, che altri finanziamenti sono disponibili (17 milioni di euro) per i Comuni pugliesi che intendono procedere alla ristrutturazione e riqualificazione del proprio patrimonio artistico e architettonico, cioè per interventi di recupero, restauro e valorizzazione di beni culturali immobili e mobili di interesse artistico e storico appartenenti a enti pubblici. Inoltre, i progetti saranno selezionati in base alla loro capacità di stimolare l’occupazione e l’economia locale e promuovere la valorizzazione integrata del patrimonio territoriale.

Le domande potranno essere presentate dal 1° al 15 di settembre. Invitiamo, oltre che l’Amministrazione a non lasciarsi sfuggire questa possibilità di finanziamento, tutti i cittadini a vigilare con attenzione a come vengono spesi i soldi che pagano attraverso le altissime imposte locale, anche alle altre forme di finanziamento Comunale che, oltre a valorizzare i vari aspetti del nostro territorio, potrebbero influire sul livello di pressione fiscale locale.

Senza volere chiedere troppo all’amministrazione ci limitiamo ad una semplice domanda: esistono nel palazzo comunale le competenze per redigere e presentare simili progetti? Se si, come ci auguriamo, è possibile spiegare ai cittadini ed elettori perché Manduria continua a non beneficiare di nessuno di questi finanziamenti? Comprendiamo che gli amministratori siano sommersi dal lavoro e da responsabilità ma i tempi che stiamo attraversando ci obbligano a stare con il fiato sul collo a chi deve prendere delle decisioni: crediamo di farlo in modo rispettoso delle cariche pubbliche.

Siamo stati sempre propositivi con tanti progetti a costo zero, e abbiamo stimolato l’amministrazione con iniziative per il bene comune ma finora tutte le proposte inviate sono cadute nel vuoto. É questo l’esempio che si vuole continuare a dare?

Che una buona idea passa solo se c’è la bandiera giusta? Che il dialogo si fa solo tra gente della stessa combriccola? Non sono questi i tempi per perdersi in simili sciocchezze.

Meetup Manduria 5 Stelle

Meetup: http://www.meetup.com/Meetup-5-stelle-Manduria

Facebook: http://facebook.com/manduria.cinquestelle

 

Lascia un commento