ULTIMORA. Taranto. Ilva: procedure di spegnimento dell’AFO/2

Sequestro preventivo della Procura della Repubblica a seguito dell’incidente mortale dell’operaio Alessandro Morricella

18 giugno. Da notizie e comunicato delle organizzazioni sindacali sono in atto le procedure di spegnimento dell’AFO/2. Tale decisione è scaturita dal sequestro preventivo senza facoltà d’uso dalla Procura tarantina dettata dall’incidente mortale, all’interno dello stabilimento siderurgico, di Alessandro Morricella di Martina Franca.

La decisione della magistratura di oggi sancisce che l’impianto va fermato perché strutturalmente pericoloso per la sicurezza dei lavoratori.

Sono le ore 23.00 e all’esterno le forze di polizia presidiano l’accesso e, pare, si aspetta l’arrivo da Foggia dei tecnici addetti allo spegnimento.

Alla luce di tutto questo si presume che l’ILVA fermerà diverse migliaia di dipendenti in quanto, non operando l’AFO/2, si fermerà anche l’AFO/4.

Una situazione delicatissima alla luce di tutto ciò.

Lascia un commento