Il FAILA-EBAT Ente Bilaterale Agricolo Taranto ha rinnovato i suoi organismi

Nota stampa

 

Il comitato di gestione dell’Ente Bilaterale Agricolo FAILA-EBAT della provincia di Taranto ha rinnovato in questi giorni gli organismi: sono stati eletti presidente Vito Rubino (direttore provinciale della Cia Confederazione Italiana Agricoltori Taranto) e vicepresidente Antonio Castellucci (segretario provinciale della FAI-CISL Taranto e Brindisi); il comitato è composto inoltre da Aldo De Sario (direttore provinciale della Coldiretti Taranto e Brindisi), Carmine Palma (direttore provinciale di Confagricoltura Taranto), Assunta Urselli (segretario provinciale della FLAI-CGIL Taranto), Antonio Trenta (segretario provinciale della UILA-UIL Taranto), Giuseppe Manigrasso (segretario del Comitato). Il collegio sindacale è composto da Pierangelo Manigrasso (presidente) Ida Cardillo e Concetta Simeone (componenti).

Le buone relazioni sindacali nel settore agricolo in provincia di Taranto hanno consentito sin dal 2004 di far nascere il FAILA (Fondo Assistenza Integrativa Lavoratori Agricoli) che ha avuto come scopo l’erogazione dell’integrazione indennità di malattia o infortuni, successivamente nel 2014 il Fondo è stato trasformato in EBAT (Ente Bilaterale Agricolo Taranto), in seguito ad un accordo tra associazioni imprenditoriali e organizzazioni sindacali. L’Ente bilaterale EBAT-FAILA ha sede a Taranto presso la Cittadelle delle Imprese in Viale Virgilio 152 e rappresenta il punto di incontro tra lavoratori ed imprese agricole, ove le esigenze delle parti si incontrano e si confrontano in maniera permanente e non solo in occasione del rinnovo del contratto di lavoro.

Gli scopi dell’ente sono diversi: integrazione alle prestazioni economiche spettanti in caso di malattia/infortunio, attività indirizzate alla tutela della salute dei lavoratori, promuovere la formazione dei lavoratori, osservare le dinamiche del mercato del lavoro in agricoltura, destinare risorse alle imprese agricole per migliorare la sicurezza e le condizioni dei lavoratori in azienda, promuovere e rafforzare le relazioni sindacali, funzione di verifica e di stimolo collaborativo con le aziende e con i lavoratori, al fine di diffondere i principi fondamentali della sicurezza e il rispetto della normativa vigente.

Il comitato ha espresso ringraziamenti per il lavoro sin qui svolto ad Antonio Trenta e Carmine Palma (presidente vicepresidente uscenti).

Il presidente Rubino e il vicepresidente Castellucci appena eletti, hanno dichiarato che la loro azione sarà svolta innanzitutto a far conoscere all’esterno l’attività dell’ente e sensibilizzare tutte le aziende agricole, i lavoratori agricoli e i professionisti che operano nel settore della consulenza del lavoro in agricoltura sull’importanza di rafforzare tale strumento

Lascia un commento