SAVA. Regionali 2015. Movimenti e partiti / 2

La sorpresa è il movimento Schittulli, che si impone al primo posto. Crolla il PD. Cala Forza Italia. “Oltre” di Fitto fa la sua modesta apparizione. Perde consensi anche il M5S

Sulla scena, in questa competizione elettorale, entra di diritto e al primo posto il movimento del professore barese Francesco Schittulli. E’  il movimento più suffragato con 1.231 voti. E a lui bisogna dare atto della vittoria, se così si può dire anche se, ogni elezione ha una storia differente rispetto a quella precedente. Nella coalizione di Schittulli fanno parte anche “Oltre” di Fitto, “Fratelli d’Italia” dei savesi Gigante e Saracino, il NCD del sindaco pro tempore Dario IAIA e il battitore libero che fa di nome Fabio Pichierri, unico candidato savese alla competizione regionale.

Andiamo alla nuova entrata sul palcoscenico regionale della lista dell’ex ministro Raffaele Fitto. Fitto si presentava per la prima volta, dopo la separazione da Forza Italia, e questo era un valido test per il proseguo del nuovo soggetto politico. Ha preso a Sava 592 voti, e il nostro giornale su questa previsione ci aveva visto giusto.

Fratelli d’Italia: ha mantenuto la stessa media del responso della passate Europee e anche sul partito della Meloni ci avevamo azzeccato!

Forza Italia con 1.047 è la damigella della competizione. Si prevedeva un forte calo di voti verso il partito di Berlusconi ma l’emorragia in parte è stata bloccata. Senz’altro l’entrata in campo di Francesca Franzoso, supportata da tutto il partito, è risultata gradita agli elettori savesi. Il nostro giornale dava la partito dell’ex cavaliere 1400 voti e in base a questa nostra previsione c’è un differenza di ben 300 voti.

Partito Democratico. Qui c’è la forte sorpresa. Un verticale calo di consensi, crediamo dovuto a diversi fattori, compresa la mancanza di qualche effetto “abbaglivo” degli 80 euro delle passate europee. Oggi il PD a Sava deve chiedersi come vuole continuare a vivere. Se stare chiuso nelle stanze delle abitazioni dei suoi componenti oppure entrare sulla scena politica pubblica. Da sottolineare che in questa tornata elettorale regionale, nel PD, c’era anche SavaInMovimento del consigliere Ivano Decataldo con la sua candidata che fa nome Anna Rita Lemma. Manco questo è bastato al partito di Renzi savese ad essere declassato al terzo posto nella nostra comunità. Al PD savese, in particolare anche con l’adesione di SavaInMovimento, Viv@voce nelle sue previsioni dava 2000 voti. Proprio in virtù del soccorso di Ivano Decataldo. Ma è stato inutile questo “aiuto”. Il PD a Sava è in caduta libera.

Anche il M5S, nella nostra previsione sbagliata, perde consensi rispetto alle europee. Eravamo convinti che potesse confermare i 1.400 voti dello scorso anno. Ma ahimè sono stati in tutto 634. Meno della metà.

La lista “La Puglia per Emiliano” ha ottenuto 270 voti e in questo consenso spiccano i 200 voti di Peppo Turco. Proseguono i partiti minori …

Giovanni Caforio

Lascia un commento