SAVA. Regionali 2015. I risultati dei primi 4 candidati presidenti / 1

Schittulli si impone su Emiliano. A molta distanza c’è la Poli Bortone. Non infamante il risultato di Francesca Laricchia 

E’ così, con un astensionismo  che supera il 50%, sono stati 6.677 savesi a decretare questo risultato per il rinnovo del Consiglio regionale della Puglia. L’oncologo barese risulta il più suffragato con ben 2.226 voti, pari al 35,43%. Michele Emiliano segue immediatamente dopo a 2.099 voti per una percentuale che porta al 33,41%. Quindi, uno scarto di 137 voti. Il terzo candidato  è risultato Adiana Poli Bortone con 1.213 voti, pari al 19,31. Al quarto posto c’è invece Antonella  Laricchia del M5S con 697 voti che corrispondono ad una percentuale dell’11%.

Se volessimo analizzare a cosa è dovuto  il taglio del nastro savese da parte di Francesco Schittulli il merito, in assoluto, è della candidatura di Fabio Pichierri il quale, da solo, ha portato 790 voti di preferenza.

Se Emiliano è arrivato secondo, seppur con poche decine di voti dietro a Schittulli, il PD savese deve chiedersi molte cose. L’affermazione della Poli Bortone, al terzo posto, è dovuta senza ombra di dubbio dalla presenza di Francesca Franzoso.

Quest’ultima, almeno in questa prima esperienza elettorale, ha saputo raccogliere l’eredità del padre. Quanto a Francesca Laricchia del M5S e alla sua percentuale che porta all’11%, pari a 697 votanti, non è per nulla infamante.

Questo per quanto riguarda il risultato dei primi 4 candidati presidenti alla Consiglio regionale della Puglia.

Seguono a distanza notevolissima tutti gli altri candidati.

Giovanni Caforio

Lascia un commento