GROTTAGLIE. Gli interessi immobiliari della camorra nella città delle ceramiche

Sei appartamenti sono stati sequestrati dai Carabinieri del Comando provinciale di Taranto

Grazie ad una operazione della Procura Antimafia di Venezia sono stati posti i sigilli all’enorme patrimonio immobiliare sparso in tutta Italia (valutato attorno ai 130 milioni di euro) riconducibile a Francesco Manzo, un pregiudicato salernitano ritenuto essere affiliato alla camorra.

Sei appartamenti sono stati sequestrati anche a Grottaglie dai Carabinieri del Comando provinciale di Taranto.

Tali immobili (cinque dei quali occupati ed uno sfitto) sarebbero intestati ad una società riconducibile alla famiglia Manzo.

 


Lascia un commento