GROTTAGLIE. “I Giovani … un ponte per il futuro”

Post conferenza stampa della X edizione di Medici per San Ciro “Fruit day”

Presentato ieri mattina, durante la conferenza stampa di presentazione della X edizione di Medici per San Ciro, il nuovo sito della Onlus grottagliese. Realizzato e donato dal web master Cosimo D’Amicis – che ha rivisitato il precedente sito realizzato dall’ing. Francesco De Florio –  oltre ad aver acquisito una nuova veste grafica, ha acquisito maggiore interattività. In perfetta integrazione con i social, è compatibile con pc, smartphone e tablet.

Collegandosi a www.medicipersanciro.org sarà presto possibile iscriversi on line all’associazione e, attraverso un collegamento diretto con la banca, fare delle donazioni alla Onlus. La digitazione sui più famosi motori di ricerca di parole chiave relative ai progetti portati avanti dall’associazione, indirizzerà sul sito gli utenti di internet.

“Ero alla ricerca – ha detto D’Amicis che è entrato a far parte dell’associazione – di una Onlus che avesse a che fare con il sociale per poter dare il mio contributo e restituire ciò che dalla società ho ricevuto nella mia vita. È per questo che ho deciso di entrare a far parte di un associazione attiva come Medici per San Ciro, offrendo il mio contributo”.

In occasione della conferenza stampa è stata anche ufficialmente consegnata al parroco della Chiesa Madre di Grottaglie, don Eligio Grimaldi, la “palma” e la “corona” di San Ciro, restaurati da Donato Quaranta, grazie all’intervento della Onlus.

“Gennaio 2005 – Gennaio 2015, dieci anni di presenza a Grottaglie, e non solo, della ONLUS Medici per San Ciro – ha scritto nella sua lettera di ringraziamento don Eligio – un percorso significativo attraverso il quale sono maturate scelte concrete per il bene della nostra Grottaglie. Il modello certamente è San Ciro a cui l’associazione si ispira richiamata fortemente dalla sua testimonianza nel servizio ai fratelli infermi, ai più poveri ai più deboli. Un impegno su più fronti da quello sanitario a quello culturale nell’espressione più autentica della carità. È così che porta avanti tanti progetti da quelli già realizzati, come la fornitura di parecchi defibrillatori sul territorio e la partecipazione ad opere di restauro della Collegiata, a quelli in atto come la finissima pulitura della palma e della corona della venerata immagine del santo che si porta in processione, l’istallazione di due Totem-defibrillatori in punti diversi della città e l’acquisto di 200 copie del libro sulla figura del dott. Vincenzo Calò dell’autore dott. Roberto Burano come contributo per il restauro dell’antica tela dell’Annunciazione. All’associazione tutta va il più vivo ringraziamento per quanto fino ad ora realizzato e per quello che ancora farà per il futuro”.

Parole, quelle del parroco della Collegiata di Grottaglie, che racchiudono la mission e lo spirito che hanno guidato e caratterizzato per dieci anni l’associazione Medici per San Ciro. Legata sin dalla sua fondazione alla Chiesa Madre, l’associazione ha sempre operato per recuperare i beni storici in essa conservati. Non si può dimenticare che il primo presidente di Medici per San Ciro è stato il compianto don Domenico Lorusso, allora parroco della Collegiata grottagliese.

E da quest’anno la Onlus ha anche un proprio stendardo, donato all’associazione dall’artista Annamaria Gerlone questa mattina durante la conferenza.

“Ho accettato con emozione e impegno la richiesta del dottor Lenti di realizzare lo stendardo per Medici per San Ciro – ha dichiarato la Gerlone – Il risultato ha sorpreso anche me, che in genere sono critica sui lavori che realizzo. Il mio istinto e la fede hanno guidato le mie mani ed è per me un grande onore aver dipinto San Ciro”.

Lo stendardo raffigura l’immagine del volto di San Ciro, circondato dalle dieci parole che caratterizzano l’associazione: dignità, impegno, salute, futuro, solidarietà, ricerca, speranza, fede, umiltà e tolleranza. A partire da oggi, verrà esposto sull’altare della Chiesa Madre per tutto il periodo della festa del santo patrono e rappresenterà la Onlus durante la processione di San Ciro del 31 gennaio.

Durante la conferenza stampa il presidente di Medici per San Ciro, Salvatore Lenti, ha consegnato l’associazione alla Città di Grottaglie, attraverso una stretta di mano con il sindaco Ciro Alabrese.

«Da oggi – ha detto – la nostra è ufficialmente la Onlus della Città di Grottaglie e di tutti i grottagliesi».

Un gesto che il primo cittadino ha molto apprezzato, elogiando le attività svolte da Medici per San Ciro in questi anni.

A ricevere gli ospiti della conferenza stampa i ragazzi della 4ᵃ Asc e della 4ᵃ Bsc dell’IIS “Don Milani/Pertini”.

E oggi, martedì 27 gennaio, sarà il momento del “Fruit Day”, evento organizzato in collaborazione con il GAL Colline Joniche, Coldiretti Taranto, Campagna Amica, Confagricoltura Taranto e Rotary Club Grottaglie. Durante la mattinata di domani, con “Colazionando insieme”, verranno distribuite arance a tutti gli alunni delle tre scuole superiori di Grottaglie, per spronarli al consumo di frutta. Inoltre, i quattrocento ragazzi delle seconde classi, interessati al progetto quinquennale “Il cuore …a scuola”, riceveranno la tessera di “Socio Onorario” di Medici per San Ciro. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 16:00, i giovani delle tre scuole superiori, relazioneranno sulla corretta alimentazione confrontandosi con esperti del settore durante l’incontro dal titolo “Interroghiamoci sulla sana alimentazione” che si terrà al Castello Episcopio. Un incontro al quale seguirà la degustazione di prodotti biologici a chilometro zero, offerti dal Gal Colline Joniche.

L’Ufficio Stampa

Lascia un commento