SAVA. Sta per partire, da un giorno all’altro, il ricorso alle cartelle TARSU 2009-2010

Il tutto verrà consegnato alla Commissione Provinciale Tributaria

Ci siamo. O quasi. E’ questione di qualche giorno e il nostro giornale, con l’avallo dell’ambientalista e giornalista  Mimmo Carrieri, posizionerà in Piazza San Giovanni un tavolo di raccolta firme sulle cartelle che l’amministrazione IAIA ha mandato ai savesi prima dello scorso Natale. Ma non è solo in Piazza San Giovanni che il tavolo resterà.

Ci sarà anche nei giorni del mercato settimanale del 12 e del 19 gennaio. Il tutto durerà circa 15 giorni e pertanto, cari lettori, seguite il proseguo di questo articolo e le modalità della raccolta delle firme.

Ci dovete consegnare la cartella TARSU 2009-2010 (fotocopiata) e il vostro codice fiscale. Ci sono ottime possibilità di riuscita in questa raccolta firme e su questo ci siamo avvalsi dell’esperienza di un tributarista savese, Rinaldo Rossetti, il quale a raccolta firme avvenuta proseguirà nella sede provinciale della Commissione Tributaria tutta la contestazione del tributo comunale richiesto.

Preparate le copie delle cartelle TARSU inviate dall’Ufficio tributi savese per tramite la Cerin (agente riscossore).

Questione di pochissimo, e si parte.

Le possibilità di annullamento ci sono tutte. Per davvero.

Giovanni Caforio 







Lascia un commento