TARANTO. “Discutere le modalità di realizzazione del progetto “TEMPA ROSSA”

Nota stampa della segreteria GD Taranto e segreteria GD Terra Jonica

Le nuove generazioni non possono permettersi di rassegnarsi allo stallo economico occupazionale che attanaglia l’intera nazione, ma in particolar modo il meridione industrializzato e Taranto; noi giovani non possiamo piu’ identificarci come “accompagnatori” della contrazione della nostra città individuando nello sviluppo industriale un “nemico” a prescindere.

Per questi motivi, noi GD di Taranto, crediamo che sia possibile, nonché necessario ed urgente, discutere le modalità di realizzazione del progetto “TEMPA ROSSA” con i sindacati e le associazioni, nonché con la cittadinanza intera.

Infatti,dopo aver assistito nei mesi passati ai contrastanti pareri della autorità preposte: sfavorevole dell’Arpa, favorevole della Regione Puglia, sfavorevole del Consiglio Comunale della Città di Taranto, favorevole del Governo, favorevole del Presidente della Provincia di Taranto; con l’emendamento approvato nella legge di stabilità 2015, e fortemente voluto dal Governo, che estende il “regime di autorizzazione unica a opere e infrastrutture necessarie e indispensabili per assicurare il loro sfruttamento”  di fatto si mette la parola fine alla possibilità di non realizzare il progetto.

È  pertanto, necessario che si attui un processo conciliativo tra Taranto e le compagnie interessate all’installazione, in modo da avvicinare le esigenze industriali a quelle di sviluppo e occupazione del capoluogo jonico.

Noi GD di Taranto crediamo che le condizioni per le quali TEMPA ROSSA possa essere il propulsore per l’economia tarantina futura siano:

–          TUTELE AMBIENTALI: il progetto deve essere rivisto sia dal consiglio regionale pugliese che da quello comunale tarantino, permettendo a tutte le forze politiche di esporre le proprie valutazioni ed, eventualmente,  di proporre modifiche al progetto, nel rispetto del parere aggiornato dell’ARPA e di tutti i vari organi di controllo ambientale; inoltre, và risolta l’annosa questione delle emissioni odorigene nella zona della raffineria ENI;

–          SVILUPPO PER TARANTO: una percentuale (da noi individuata del 15%) dell’investimento totale previsto per la realizzazione del progetto, stimato in 300 mln di euro, deve essere destinata a tutta la cittadinanza jonica, incentivando l’occupazione sul territorio di Taranto, creando fondi di garanzia per l’avvio di start-up e riqualificando le zone degradate della città;

–          OCCUPAZIONE GARANTITA: garantire l’occupazione sul territorio creando corsie preferenziali per le ditte autoctone  favorendone l’assegnazione degli appalti sia per quanto riguarda i lavori di realizzazione del progetto, che per i futuri appalti continuativi nel tempo, nonché attivare sinergie con scuole ed università per favorire l’occupazione di giovani che studiano nel nostro territorio; dovranno essere garantite inoltre  corsie preferenziali agli imprenditori locali che vogliano investire nello sviluppo della retro-economia derivante dalla realizzazione del progetto (ristorazione, trasporti e servizi).

–          DEFISCALIZZAZIONE DEI CARBURANTI: basandoci sulle parole del Presidente Renzi, il progetto TEMPA ROSSA è fondamentale per lo sviluppo dell’intera nazione, per questo chiediamo che l’intera nazione, nella persona del Presidente del Consiglio, si sforzi per favorire Taranto eliminando le accise sui carburanti per l’intera provincia jonica.

Chiudiamo con un appello al  sig. Sindaco di Taranto Stefano ed al Presidente della Provincia Jonica Tamburrano: a loro chiediamo di abbandonare le posizioni preconcette a favore o sfavore della realizzazione del progetto, evitando di precludere la possibilità di arrivare attraverso il dialogo ad un punto d’incontro tra le parti in causa; per rendere possibile questo chiediamo loro di fare un fronte unito, politicamente trasversale, per rendere possibile la mediazione.

Il segretario GD Taranto   Egidio Pignatelli                                                                                                         

Il segretario GD Terra Jonica Paolantonio Palumbo

Il Resp. Lavoro& Ambiente GD Taranto   Claudio Leone  

Il Resp. Scuola GD Taranto Italo Pomes

Il Resp. Ambiente GD Terra Jonica Valentina Lenoci

 

Lascia un commento