SAVA. Oltre 6.000 accertamenti sulla TARSU, relativi agli anni 2009-2010. Tantissimi sbagliati e il contribuente non sa a chi santo votarsi

Ma il Partito Democratico, Forza Italia e SavaInMovimento dove stanno?

In questi giorni è stato l’Ufficio tributi del Comune di Sava che, tramite la CERIN agente riscossore, ha mandato diverse migliaia di richieste di pagamento al savese. Oggi questo ufficio comunale è in balìa di tantissimi cittadini con le cartelle in mano i quali chiedono lumi su visure catastali errate. Metri quadrati di copertura in più delle abitazioni. Abitazioni che risultano di proprietà diversa da quella d’origine. Savesi che si trovano proprietà mai conosciute prima.

Insomma un vero e proprio caos e il timore di dover pagare ciò che non sarebbe dovuto pagare. Oggi Sava è così. Il contribuente chiede chiarimenti, spesso e volentieri al nostro giornale, su tutta questa situazione rincresciosissima e nel paese assistiamo al mutismo della politica. Di quella politica che ha dalla sua gli eletti della democrazia rappresentativa.

Cioè di coloro che avrebbero dovuto, una volta eletti nelle sedi istituzionali savesi, portare avanti le istanze e, in questo caso la richiesta di  chiarimenti verso l’amministrazione IAIA, del cittadino elettore davanti a questa immensa confusione scatenata nei giorni precedenti al Natale 2014.

Invece, nulla. Nulla di nulla. Nemmeno un manifesto di protesta. Nemmeno un segno. Manco un segnale di vita. Manco un comizio pubblico. E non sia mai parlare, come giustamente sarebbe, della creazione di un Comitato specifico atto al chiarimento e al disbrigo di tutte le anomalie sorte all’interno di questi accertamenti dell’anno 2009 e 2010.

Ma l’opposizione, che dovrebbe presentarsi in alternanza a questa amministrazione comunale, dove sta? Ma Forza Italia, Partito Democratico e SavaInMovimento esistono ancora?

Mercoledì prossimo lo chiederemo a Federica Sciarelli!

Giovanni Caforio

Lascia un commento