MANDURIA. La bimba in coma soffocata dal würstel si è risvegliata e sorride

La piccola Angela (nome di fantasia) che martedì sera si era soffocata con un pezzo di Wurstel ed era entrata in coma, si è risvegliata

La bimba di tre anni che è ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria respira spontaneamente, sorride, parla e gioca con un Pinocchio, suo giocattolo preferito. La bella notizia arriva dal reparto intensivo dove la bambina la sera del suo arrivo in ospedale, accompagnata dai genitori, era stata ricoverata dopo essere stata rianimata per circa sei minuti dal personale del pronto soccorso prima che il suo cuore riprendesse a battere.

I rianimatori prima di stubarla hanno alleggerito gradualmente la dose di anestetico mettendo alla prova le capacità vitali della piccola paziente che hanno reagito positivamente.

I sanitari fanno sapere che è ancora troppo presto per stabilire se ci sono stati danni dovuti alla mancanza di ossigeno, ma sono ottimisti circa una buona ripresa.

Gli esami sinora fatti non hanno mostrato evidenti lesioni cerebrali.

Residuale preoccupazione invece per i polmoni che hanno subito comunque un brutto colpo dall’asfissia procurata dall’ostruzione delle vie aeree dovuta al pezzo di Wurstel che la bimba stava mangiando insieme ai suoi genitori.

FONTE

lavocedimanduria.it

 

Lascia un commento