TARANTO. Bimba in coma, dopo aver rischiato di soffocare

Panico a San Pietro in Bevagna, dopo che, un pezzo di wurstel, era rimasto in gola ad una bambina di tre anni

Attimi di puro terrore sono quelli vissuti dai genitori della bambina di tre anni che, lo scorso martedì sera, mentre stava cenando con la sua mamma ed il suo papà, ha iniziato a soffocare. L’episodio, accaduto a San Pietro in Bevagna in provincia di Taranto, ha visto come protagonista una bambina di tre anni che stava correndo il rischio di morire soffocata a causa di un pezzettino di wurstel rimastole in gola. Difatti, la sera del tragico evento, mentre la piccola era intenta a mangiare, ha iniziato a soffocare. Tempestivo è stato l’intervento da parte della madre che, in un primo momento, ha cercato invano di aiutarla e, dopo aver visto la piccina priva di sensi, i genitori hanno deciso di portarla di corsa in ospedale.

Stando alle fonti, la piccola avrebbe avuto un arresto cardiaco, ma, grazie al pronto intervento e ai vari tentativi effettuati dai medici, si è, finalmente, riusciti a rimuovere l’ostacolo che non le permetteva di respirare. Fortunatamente, subito dopo, il suo cuoricino ha cominciato, nuovamente, a battere.

Attualmente, la piccolina è in coma nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Giannuzzi” di Manduria, purtroppo, le sue condizioni sono ancora gravi e la sua prognosi è riservata. In questo momento, la sua è una lotta tra la vita e la morte!

Eleonora Boccuni

Lascia un commento