Monthly Archives: dicembre 2013

Video. 14 dicembre 2013. Piazza Risorgimento. L’intervento del sindaco IAIA …

VIDEO. Sava (Ta). Dopo 585 giorni, dall’ inizio dei lavori, Piazza Risorgimento viene consegnata ai savesi …

GLI ULIVI TRA FANTASCIENZA E REALTA’

Un paio d’anni fa, nella zona ionica del Salento, la parte sud occidentale, si rilevò che a macchia di leopardo, alcuni ulivi stavano morendo

Allora si ritenne vi fosse, per l’intervento di un fungo, una situazione endemica locale.  I primi focolai di modesta estensione  erano nell’area intorno a Gallipoli. Negli ultimi mesi, però è esploso, improvvisamente, un caso da fantascienza istituzionale; un  disseccamento degli ulivi progressivo, dalla chioma a zone, estendendosi man mano a tutto l’albero e terminando con la morte della pianta.  Alla luce del disseccamento progressivo, le Istituzioni prendono provvedimenti netti e perentori, nonostante l’evidente complessità del fenomeno. A seguito di studi viene  identificato il killer con il nome di Xylella fastidios.

La Rosa Bianca: un cortometraggio su Taranto

“Non c’è pezzo di acciaio al mondo che valga una vita”

“La Rosa Bianca” nasce nel corso di un laboratorio universitario di didattica della Comunicazione, dalla collaborazione di cinque studentesse del corso di laurea in Scienze della Comunicazione e dell’animazione socio-culturale, presso la sede di Taranto dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. “La Rosa Bianca” è uno dei miei testi a cui ho scelto di regalare un’immagine. E senza le mie grandi compagne di avventura ciò non sarebbe mai stato possibile. Insieme abbiamo vissuto ed interpretato, quella che Taranto purtroppo è diventata. Una gabbia: una gabbia perché il pensiero di staccarci da lei, nonostante tutto, fa male. Scrivere la sceneggiatura è stato come entrare in casa di ogni tarantino e ascoltare la sua storia, perché i dati parlano chiaro, quasi ogni famiglia tarantina, ha in casa un malato di tumore, e questo male non conosce età, non risparmia nessuno. E’ come se fossimo allo stesso tempo vittime, spettatori e responsabili.

CIBO E MUSICA: CONNUBIO PERFETTO

NICOLA DIFINO, mercoledì 18 dicembre a Manduria (TA)

Pelagonia Music e Orwell Literary Pub presentano Nicola Difino FooDj a Manduria (TA), mercoledì 18 dicembre presso il locale di piazza Commestibili n°23. «La rivoluzione economica si fa a tavola».  È con questo principio in testa che Nicola Difino fa il Foodj in giro per l’Italia e intrattiene tutti con performance di Action Cooking che mixano musica, gusto, poesia, teatro e informazione sulla buona alimentazione come cardine della buona vita.

Idv. Apertura circolo Carosino

Continua la fase di rilancio della nuova Italia dei Valori in Puglia, con l’apertura della sede di Carosino in via Mazzini

La nascita del circolo, voluta fortemente da un gruppo di giovani, rappresentato da Fabio Curci, nasce dall’esigenza di riequilibrare il rapporto politica-cittadino, con l impegno in prima fila di ragazzi, animati da nuove idee ma soprattutto dal desiderio di fare buona politica.

Taranto. Legambiente. Basta Potature Assurde e Inadeguate

Continua la pratica delle potature radicali e indiscriminate

Diverse segnalazioni e foto ci sono giunte oggi dai cittadini di via Nitti.  Proprio le potature in via Nitti erano state oggetto nel lontano 2009 di una nostra accorata denunciaDa svariati i anni analoghi interventi sono stati aspramente criticati dalla nostra associazione e da tutti gli “addetti ai lavori”, ma anche quest’anno per l’ennesima volta i “potatori” sono “tornati all’attacco”. Da svariati anni tentiamo di collaborare  il Comune fornendogli la consulenza “gratuita” dei nostri agronomi per garantire alla città una corretta manutenzione del verde pubblico: tuttavia, ogni anno, si ripetono potature scellerate su piante che non le tollerano affatto e che, a seguito di tali interventi, sono destinate a morire o ad ammalarsi in breve tempo perché le continue e drastiche potature indeboliscono le piante e ne abbreviano la vita. Ne sono un esempio i tanti scheletri rimasti in tante vie di Taranto.   Torniamo a chiedere “PERCHÈ?”

TARANTO. IN PIAZZA PER SALVARE NOSTRI DELFINI

Con il patrocinio del Comune di Taranto, sarà la manifestazione “Kētos e Taras Perle dello Jonio” che si terrà oggi, domenica 15 dicembre, in piazza Immacolata a Taranto

L’allarme è stato lanciato dalla Jonian Dolphin Conservation (JDC): le operazioni di ricerca di idrocarburi e trivellazioni nel Mar Jonio settentrionale, per le quali sono state già avanzate dieci richieste di autorizzazione dalle compagnie petrolifere, rischiano di causare il decesso dei delfini che vi vivono o, nel migliore dei casi, farli allontanare dal nostro mare dove si sono “accasati”. Tutto è stato messo nero su bianco dai ricercatori del Comitato scientifico della JDC nel documento pubblico (è scaricabile dal sitowww.joniandolphin.it) “Possibili effetti sui cetacei derivanti dalle attività di prospezione geologica per la ricerca di idrocarburi in mare e delle eventuali successive fasi di trivellazione”.

TARANTO. Esibizione del coro Cantate Domino

Il coro ci delizierà il 19 dicembre alle ore 20 presso la Cattedrale di San Cataldo, con ingresso ad offerta libera

In questi anni sono stati molti gli artisti che hanno messo i propri spettacoli a disposizione delle iniziative della Campagna Tende Avsi. Anche nella prossima campagna saranno diversi gli artisti che, per Avsi, offrono il loro spettacolo e il loro talento artistico.

Fragagnano. DAL 1° GENNAIO IL PRESIDENTE VENDOLA INTRODUCE L’ECOTASSA

Il sindaco Andrisano: “Ora basta. Siamo pronti a protestare in consiglio regionale”

 FRAGAGNANO – Dopo l’annuncio del Presidente della Regione Puglia, Niki Vendola, in merito all’introduzione dell’ecotassa dal 1° Gennaio 2014, i sindaci scaldano i motori e sono pronti ad una forte protesta, pur di difendere il proprio territorio. Secondo Vendola, l’ingresso dell’ecotassa, premia le pubbliche Amministrazioni che hanno delle percentuale di raccolta differenziata molto alta, penalizzando chi ha delle percentuali bassissime, e chi non ha avviato ancora questo servizio.

LEGAMBIENTE. Raccolta differenziata: Taranto con ancora solo il 12,9% nel 2012

Bene Monteparano, Roccaforzata, Ginosa, Laterza, Sava, Crispiano, Montemesola, Statte

Taranto continua, sia pure in compagnia degli altri capoluoghi di provincia pugliesi, a brillare con dati di raccolta differenziata assolutamente negativiMeno del 13% nel 2012. Con la raccolta “porta a porta” avviata a  Lama – che finalmente comincia a dare i suoi frutti – anche i dati complessivi dovrebbero fare un altro “passetto” in avanti: ma è davvero troppo poco. Eppure – altrove – le cose si fanno. Bastano gli esempi, per restare nel Sud d’Italia, di Salerno che ha raggiunto il 70% di raccolta differenziata in meno di due anni, grazie al sistema domiciliare esteso a tutta la città per i suoi 140mila abitanti,  di Andria che (al di là delle vicende giudiziarie che riguardano l’appalto del servizio) ha adottato con ottimi risultati il “porta a porta” in tutta la città da settembre 2012. O, per restare vicinissimi, di Statte che ha superato il 50% di differenziata. Bastano i tanti casi positivi presenti inComuni Ricicloni Puglia 2013, il Rapporto regionale di Legambiente sullo stato della raccolta differenziata.

La nostra storia siamo noi – 110 anni di calcio a Taranto

L’Associazione E.T.S.2002 (Essere Tarantini Sempre), con il Patrocinio del Comune di Taranto Assessorato allo Sport – presenta: “Natale rossoblù” 2^ mostra–museo curata da Franco Valdevies e da Carlo Esposito con il coordinamento di Aldo Salamino

Nel sottotitolo della Mostra-Museo “La nostra storia siamo noi” è sintetizzato il pensiero dei curatori e degli organizzatori: la memoria, la conservazione e l’archiviazione della storia calcistica è compito di tutti i tifosi, gli sportivi e i cittadini tarantini che amano i colori rossoblù. Partendo da ciò, oltre a mettere in mostra cimeli, foto e maglie, gli ideatori dell’evento estendono a tutti l’invito a contribuire all’arricchimento della mostra partecipando anche con il proprio materiale. 

Taranto. LA CITTÀ VECCHIA DENTRO SANT’ANNA: NATALE TRA DEVOZIONE E ARTE PISCATORIA

20 dicembre 2013 – 6 gennaio 2014 Chiesa di Sant’Anna, vico Civitanova Città Vecchia – Taranto

L’Associazione Tarantinìdion Archeoclub di Taranto promuovono, nel periodo natalizio, il progetto culturale dal titolo “La Città Vecchia dentro Sant’Anna: Natale tra devozione e arte piscatoria”, un momento di animazione culturale incentrato sulle tradizioni tarantine e sulla storia della città vecchia. Dal 20 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014, dunque, la Chiesa di Sant’Anna aprirà le porte a MOSTRE, VISITE GUIDATE, CONCERTI E DIBATTITI.

PROGRAMMA

Inaugurazione a TARALLUCCI E VINO venerdì 20 dicembre ore 18:30

MANDURIA. L’Arte per l’Arte, la ricetta del “Calò” per salvare il coro ligneo di S. Francesco

Diverse le iniziative del Liceo Artistico manduriano per raccogliere i fondi

Donare arte per salvare l’arte. È il motto con cui la sede manduriana del Liceo Artistico “V. Calò” intende suggellare la campagna di raccolta fondi per il restauro del coro ligneo seicentesco e degli arredi di sagrestia della chiesa di San Francesco a Manduria. Attenti al linguaggio universale della bellezza e convinti che sarà l’arte stessa a salvare e rendere immortale il fascino del passato, i giovani del “Calò” hanno preso a cuore le sorti del complesso ligneo manduriano, donando ai Frati Minori Francescani una congrua produzione artistica, da utilizzare come contropartita di offerte in denaro da destinare alla causa.

Sostenibilità economica del club: la preoccupazione della Fondazione Taras

In un momento storico difficile per l’intero Paese, i cui effetti negativi sono particolarmente amplificati nel nostro territorio, la Fondazione Taras 706 a.C., il supporters’ trust dei tifosi tarantini, manifesta le proprie preoccupazioni sulla situazione del Taranto FC 1927

La Fondazione Taras ha il dovere di segnalare che, dati alla mano, il progetto economico del Taranto FC 1927 non sembra sostenibile in prospettiva futura, soprattutto per la mancanza di idonee garanzie in merito alle effettive entrate previste. In altri termini, mentre fino ad oggi la società ha raggiunto l’equilibrio finanziario necessario per onorare gli impegni presi, per il futuro non si riscontra la necessaria e puntuale copertura del budget di spesa previsto per raggiungere gli obiettivi prefissati. In virtù di questo, la Fondazione Taras chiede con forza agli attuali soci di maggioranza del Taranto FC 1927 di salvaguardare la salute del club, che resta il bene primario da difendere, assicurando una gestione economico-finanziaria sostenibile, anche a costo di rivedere il progetto calcistico in essere, ridimensionando i programmi ed i costi che attualmente gravano sul sodalizio.

MONTEMESOLA: un Natale marchiato TARES

Tre giorni di preavviso e il paese è in difficoltà

Solo tre giorni di preavviso per i Montemesolini, che il 16 dicembre sono chiamati al pagamento del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. Somme importanti che le famiglie montemesoline dovranno pagare nei prossimi giorni, pena morosità. “Un bel regalo di Natale”, così viene definito. Un colpo basso per i cittadini, considerato anche il clima di tensione che vede protagonisti gli Italiani nelle piazze negli ultimi giorni, volti alla lotta contro l’opprimente tassazione. Il lavoro scarseggia, le possibilità di occupazione quasi inesistenti, e le tasse aumentano! Come hanno appreso la notizia i cittadini?

Una Taranto che muore, difesa dai suoi cittadini

“Non siamo Forconi. Siamo Tarantini”

Taranto non ce la fa più. Taranto non può restare ferma a guardare. Taranto decide di ribellarsi, e lo fa in Piazza della Vittoria. E’ proprio lì che un gruppo di cittadini, previa autorizzazione, decide di riunirsi per informare la cittadinanza che la città non sta affatto bene, e che soffre la fame a causa di chi la governa. Ad organizzare il movimento un cittadino, dipendente Ilva, Francesco Troccoli, il quale precisa sin da subito che non si tratta di una manifestazione politica.

Cellino San Marco. Per i 70 anni di Angelo Maci, Città del Vino gli dedica un libro

La presentazione lunedì 16 dicembre con Nathalie Caldonazzo e Paolo Bruni

Ricostruire la storia del comparto vitivinicolo salentino degli ultimi cinquant’anni rileggendo le vicende personali e professionali di Angelo Maci. È questo il lavoro realizzato dal professor Nino D’Antonio, giornalista e docente in pensione, per conto dell’associazione Città del Vino, in occasione del settantesimo compleanno del presidente di Cantine Due Palme. Il libro “Un tris vincente: Angelo Maci, i vini del salento, le Cantine Due Palme” sarà presentato lunedì 16 dicembre (start alle ore 16,30 nella sala Selvarossa di cantine Due Palme a Cellino san Marco). Una serata che promette tante sorprese. Un parterre d’eccellenza, fatto di amici ed esponenti del mondo del vino, che hanno costruito la storia vitivinicola salentina.

Brindisi, mostra fotografica “ALL’INFUORI DI ME”. La folla e l’esperienza religiosa

Dal 14 dicembre 2013 al 12 gennaio 2014 le opere di Andrea Pacanowski arrivano a Brindisi e saranno esposte al Palazzo Granafei Nervegna

Il Palazzo Granafei Nervegna di Brindisi si prepara ad ospitare la personale di Andrea Pacanowski All’infuori di me. La folla e l’esperienza religiosa, dopo il successo delle precedenti tappe nella capitale al Museo di Roma in Trastevere ed a Napoli presso il PAN – Palazzo delle Arti. Un percorso espositivo di circa 30 opere fotografiche che mettono i visitatori di fronte ad un lavoro dal sapore decisamente pittorico, frutto di una tecnica messa a punto dall’artista che, sfruttando sapientemente giochi di luce, riflessi ed aperture di diaframma, non usa mai post-produzione sulle sue immagini ma le offre al fruitore così come lui ha scelto di fermarle nell’istante dello scatto.

LAMarte e artigianato a Lama 15/12/2013

Torna a Lama, con la sua terza edizione, la Mostra Mercato  di Arte e Artigianato  organizzata dall’Associazione “ Pro Loco di Lama e le sue contrade”, per domenica  15/12/2013 , nel tratto di strada compreso tra Via Primule e Via Narcisi, dalle ore 8,30 alle ore 13,00. E’ la stessa manifestazione già programmata per  giorno 1 dicembre e rinviata per le cattive condizioni atmosferiche.

 Non è  un semplice mercatino, ma una gioiosa esposizione di quanto l’uomo riesca a produrre con le proprie mani ,proseguendo e consegnando al futuro i valori e le tradizioni del passato.  In questa ottica, per la prima volta, vedremo la partecipazione di alcuni artigiani, che recuperando un’antica fibra, oramai in disuso, come la canapa, dimostreranno le sue molteplici possibilità di utilizzo, spaziando dal campo alimentare al tessile. Scultori, pittori, ceramisti, presepisti ,ricamatrici,associazioni di volontariato e pedagogiche ,gli artisti di LOA e Nomedia, artigiani provenienti dal barese,poeti e poetesse come Anna Vozza, Attilio Schiavoni, una compagnia di Arcieri, anche questa per la prima volta a Lama, faranno a gara per guidare  il visitatore,attraverso le loro realizzazioni uniche, in un percorso suggestivo ed emozionante. Un angolo particolare sarà riservato alla nostra Pro Loco e al pane di Lama, come elemento identificativo del nostro territorio.