Giornata di recupero per i giovanissimi della Polisportiva Sava che ospitano il grintoso Ginosa

Partita che inizia a rilento, infatti nei primi dieci minuti di gara non si registra nessun tiro in porta da parte delle due squadre

Al 15’ muove un po’ le acque la Polisportiva e passa in vantaggio grazie ad un fortunato autogol. Su un cross di Massaro un calciatore del Ginosa colpisce male e batte l’incolpevole portiere: 1-0. La partita si accende e Salatino, Mazza e Toscano ci provano anche da fuori, senza però affondare il colpo. Ma l’attacco savese sembra spento e di conseguenza è Talò a raddoppiare, dopo un’azione personale insistita arriva in area, salta un avversario e batte il portiere: 2-0.

Alla mezzora Toscano e Salatino sciupano due grandi occasioni per triplicare. Prima dello scadere del primo tempo, su calcio d’angolo di Mazza, Loconte è lesto a liberarsi dell’avversario e con una mezza rovesciata al volo mette in rete il pallone del 3 a 0.

Il primo tempo finisce dunque con il risultato già sui binari della vittoria savese. Il secondo tempo inizia con un piglio diverso ma sottoporta da ambo le parti si rilevano errori banali. Mister Libardi effettua diversi cambi che ravvivano il match, ma Salatino prima e Massaro poi sprecano ancora. A cinque minuti dal termine bella azione dei padroni di casa: Biasi serve Mazza che va sul fondo e mette al centro per D’angiulli. che non può sbagliare e mette a segno il definitivo 4 a 0.

Allo scadere traversa del Ginosa. Non una buonissima prestazione per i padroni di casa, che però portano a casa altri 3 punti importanti in vista del campionato.

Pol. Sava: Desiati (Bisignano) Massaro A(Rinaldi), Massaro M, Sileno(Gigantelli), Talo’ Mazza, Loconte(D’angiulli), Calviello(Bernardi), Zito, Salatino(Biasi) Toscano(Pesare). All. Libardi

Ginosa:Nigro, Di cristo, Galante(D’aprile), Iacovazzo, Bianco(Fortini), Costella(Fornari), Bitetti, Barberio(Giampetruzzi), Spirito, Clemente, Fornari. All. Lodeserto.

Marcatori: Autogoal, Talò, Loconte, D’angiulli.
Arbitro: Sig. Bellanova di Taranto

Lascia un commento