Taranto. Lettera aperta al sindaco Stefàno

“La sua foto con le “due ragazze infiocchettate come deidoni” …

Gentile sindaco, con grande rammarico le scriviamo queste poche righe per esprimerle il disagio e l’amarezza che abbiamo provato vedendo quella foto che ritrae accanto a lei “due ragazze infiocchettate come deidoni” durante una conferenza stampa tenutasi in questi giorni. La foto assume un significato ancora più imbarazzante perché scattataa pochi giorni dall’importante convegno tenutosi nella sua città dal titolo “Ora basta. Tutte insieme contro il femminicidio” a cui lei era stato invitato a partecipare ma purtroppo non è intervenuto.

Se fosse venuto avrebbe visto con i suoi occhi quanta voglia e necessità c’è di confrontarsi sui temi dei diritti in questo caso delle donne ed avremmo potuto confrontarci con lei sul significato che alcuni messaggi o spot imposti dalla nostra società provocano conseguenze alcune volte irreparabili.

Da sindaco, da padre,non ritiene almeno inopportuno quell’abbigliamento e quei fiocchi soprattutto in sede di conferenza stampa?

La violenza sulle donne sia fisica che psicologica si combattediffondendo e trasmettendo la cultura della parità di genere e del rispetto dei sessi…ci perdoni ma il messaggio di quella foto non va in questa direzione, volevamo dirle solo questo!

Le saremmo grate se ci rispondesse anche perché riteniamo che solo attraverso un confronto moderato e pacato questa città possa provare a costruire qualcosa ogni giorno!

Cordiali saluti

Mary Luppino e Marianeve Santoiemma

Lascia un commento