Fragagnano. Albero di Natale

Verrà consegnato alla comunità nella festività dell’Immacolata, l’8 dicembre p.v. in piazza Regina Elena

 In questo lungo “inverno” sociale, economico, politico, ambientale l’albero rappresenta, probabilmente, le speranze di tutti noi di un ritorno a “vita nuova”. Restituire il “verde” alle nostre città è un imperativo che non deve tendere verso meri interessi  estetici e architettonici, ma deve favorire la salute fisica e psichica della gente. Perché di questo si tratta! Il verde pubblico è una risorsa di salute fondamentale per noi e per i nostri figli. Prati, alberi, aiuole e cespugli, zone all’aperto come spazi sociali e ricreativi,  esplicano una funzione depurativa sia del corpo che della mente, per non parlare degli effetti benefici apportati all’ambiente. E sposando convintamente questa linea di pensiero, l’associazione Sidanian di Fragagnano, donerà un bellissimo Cedrus deodara, altro circa quattro metri (acquistato con risorse dell’associazione), al comune di Fragagnano.

L’albero, che oggi non è più protagonista nella nostra vita cementata, lo ridiventa, prepotentemente, proprio nel periodo natalizio.

Da sempre e in tutte le culture l’albero è stato considerato il simbolo della vita, della perpetua rigenerazione,   della conoscenza del bene e del male.  Nella  Bibbia è “Albero della Vita”, cioè della vita eterna. Simbolicamente, l’abete ( tipicamente utilizzato per la festa di Natale) resta sempre verde, avendo la facoltà di non arrendersi alla morte invernale in analogia a Gesù.  

Per noi cristiani rappresenta la vita dello spirito, tanto che il Cristo è insieme sole ed albero.

Le luci che si mettono sull’albero di Natale rappresentano proprio questo: il Sole Bambino che nasce e la luce che porta agli uomini (sia in senso reale che simbolico della salvezza dal peccato). I frutti dorati e i doni sotto i suoi rami non sono altro che i frutti e i doni del suo amore.

Fragagnano,  rappresentata dalle proprie autorità cittadine, dal parroco e dai suoi cittadini, assisterà alla consegna dell’albero durante una cerimonia pubblica che avrà inizio alle ore 16 c.a. in occasione della festività dell’Immacolata, l’8 dicembre p.v. in piazza Regina Elena.

L’albero verrà addobbato con le decorazioni donate dalla popolazione e con lavoretti e letterine confezionati dai bambini delle scuole materna ed elementari.

“Mi piace pensare che le luci che illuminano un albero siano in realtà le luci del futuro che ci attende”, dice uno degli organizzatori, “un futuro che poniamo nelle mani dei nostri bambini.

A seguire, la sera del 24 dicembre alle ore 17, nei pressi dell’albero “vestito a festa”, Babbo Natale farà visita ai bimbi di Fragagnano! Giungerà sulla sua slitta in compagnia degli elfi, dove accoglierà le letterine scritte dai fanciulli, donerà loro un piccolo pensierino ed offrirà dolci e cioccolata calda.

Tutta la cittadinanza è invitata a raccogliersi intorno a questo importante simbolo di “vita che ritorna”, un albero grande, sobrio ed elegante, come il nostro orgoglio per la comunità che cresce, un “albero” simbolo della vita e della forza che porta colore, profumi ed illumina le grandi speranze che sospirano al giungere del Natale”.

Tanti auguri a tutti.

Lascia un commento