SAVA. Comunicato stampa. Forza Italia: “Ecco gli emendamenti sulla TARES presentati al Consiglio comunale del 29 novembre 2013”

In occasione del Consiglio comunale del 29 novembre scorso dopo esame in commissione del 28 novembre sono stati presentati i seguenti emendamenti al regolamento TARES molti dei quali, ad esempio sulle sanzioni NON INCIDEVANO IN ALCUN MODO SUL BILANCIO

Il consigliere Arturo De Cataldo propone i seguenti emendamenti agli atti allegati alla deliberazione punto 6 o.d.g. 22.11.2013 prot. n.27603:
art.8, comma 1 Esclusioni
Aggiungere dopo la parola “non sono soggetti al tributo” il seguente “i locali che risultino inobiettive condizioni di non utilizzabilità e i locali e le aree…”

art.8, comma 1, lettera a) – Esclusioni
Aggiungere dopo la parola “altro” il seguente “soffitte, soppalchi, cantine e simili se adibiti asolo deposito di materiali limitatamente alla parte del locale con altezza uguale o inferiore amt. 1,50”;

art.10, comma 2, sostituzione lettera b) – Esclusioni
sostituire “i locali e aree adibiti all’esercizio dell’impresa agricola, comprese le attività diallevamento di animali e florivivaistica, insistenti sul fondo agricolo e relative pertinenze; mentre non si applica ai locali ed alle aree che non sono di stretta pertinenza dell’impresa agricola,ancorché risultino ubicati sul fondo agricolo,quali annessi usati come garage, ripostiglio, ricoveroattrezzi, magazzino, locali per la rivendita dei prodotti coltivati ed altro;”

art.10, comma 2, inserire la lettera d) – Esclusioni
Aggiungere “l locali e aree scoperte adibite a viabilità delle utenze non abitative; le aree scoperteadibite a verde; i locali e le aree scoperte, ove si formano di regola rifiuti speciali, a condizione cheil produttore ne dimostri l’avvenuto trattamento in conformità alla normativa vigente, o che
producono rifiuti non conferibili al gestore pubblico, in base a disposizioni di legge;”

Art.17, sostituzione del Comma 2
Abrogare il seguente passo al 2°capoverso del comma 2, “per un periodo non inferioreaIl’anno” con “proporzionalmente aIl’assenza”

Art.17, Comma 4
Sostituzione del comma son il seguente (cambia la parte in neretto) “Le cantine, le autorimesse ogli altri luoghi simili di deposito si considerano utenze domestiche condotte da un occupante e sono soggette alla riduzione del 50% della quota della tariffa.”

Richieste di modifica regolamento TARES
Titolo lV, Art.23, sostituzione del Comma 4
Abrogare il seguente passo alla lett. a) 5°rigo del comma 1, “abitazione con unico occupante…riduzione del 15%” e Sostituire con “abitazione con unico occupante…riduzione del 30%”
Abrogare il seguente passo alla lett.b) 7°rig0 del comma 1, “abitazioni per uso stagionali riduzione del 20%” e Sostituire con “abitazione per uso stagionali …riduzione del 30%”

Art. 25 comma 3 – Riduzioni per il recupero
Abrogazione e Sostituzione comma 3, con il seguente
3.| locali e le aree coperte e/o scoperte o le porzioni degli stessi ove si formano di regolarifiuti speciali non assimilati agli urbani, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, nonsono soggetti al tributo a condizione che il produttore ne dimostri l’avvenutotrattamento in conformità alla normativa vigente, ne|l’ipotesi in cui vi siano obiettive difficoltà neldelimitare le superfici ove si formano di regola i rifiuti speciali, l’individuazione di quest’ultime èeffettuata in maniera forfettaria applicando una riduzione percentuale della superficie, conesclusione pertanto dei locali od aree adibiti ad uffici, magazzini, depositi, servizi, mense equalsiasi altro locale ove non si producano detti rifiuti speciali, in base alle seguenti tipologie diattività economiche:
Attività commerciali con produzione rifiuti di origine animale 30%
Autocarrozzerie 50%
Attività artigianali e parrucchieri 50°/o
Autofficine ed Elettrauto 50%
Distributori di carburante 30°/o
Parrucchieri 50%
Fabbri 50°/o
Falegnamerie 50%
Fonderie 90%
Gommisti 80%
Lavanderie 30%
Studi dentistici ed odontotecnici 30%
Qualsiasi altra attività non prevista nell’elenco e che risulti nella condizione di cui al presentecomma 30%.

Art. 27, comma 1 – esenzioni e agevolazioni
Aggiungere il seguente lett. a) al comma 1
“a) gli assistiti in maniera continuativa da pubbliche amministrazioni con prestazioni monetarie oequivalenti dirette a garantire l’integrazione del minimo vitale.”

Art. 27- esenzioni e agevolazioni
Sostituzione comma 2, lett. a) con il seguentedopo le paro/e presenza nel nucleo familiare di portatore di handicap. Sostituire “riduzione del
30%” con “riduzione tariffa del 50%”

Art. 27, comma 2 — esenzioni e agevolazioni
Dopo la lett. a) Aggiungere lett. b) z Eta c)
b) è concessa l’agevolazione ai nuclei familiari con convivenze o comunità, legalmente riconosciute, finalizzate al recupero di handicappati, tossicodipendenti, etc., riduzione tariffa del50%.
Art.31, comma 2 — obbligo di dichiarazione

Aggiungere comma 4
“Ai fini del riconoscimento delle agevolazioni, esenzioni e riduzioni si riconosce il terminedel 31.12.2013 per presentare una dichiarazione successiva al verificarsi del fatto chedetermina il diritto all’agevolazione, riduzione o esenzione”
Art.32, comma 1 — presentazione dichiarazione
Aggiungere dopo la parola “obbligo” “sino al 31.12.2013”.
Art.35, comma 2 — sanzioni
Sostituire la parola “sanzione amministrativa dal 100% al 200% del tributo” con la parola “sanzione amministrativa del 30% del tributo”
Art.35, comma 3 — Sanzioni
Sostituire la parola “sanzione amministrativa dal 50% al 100% del tributo” con la parola “sanzione amministrativa del 30% del tributo”
Art.35, comma 4 — Sanzioni
Sostituire la parola “sanzione amministrativa da Euro 100 a Euro 500” con la parola “sanzione amministrativa da 100 Euro”

Arturo De Cataldo, capogruppo Forza Italia

Lascia un commento