Monthly Archives: novembre 2013

LIZZANO. Sentenza di secondo grado: il Comune deve pagare € 559.519,17

Dal capogruppo consiliare de “Il giglio” riceviamo e volentieri pubblichiamo

Alla Corte dei Conti, alla Procura regionale della Puglia, c.a. del Procuratore regionale Dott. Francesco Paolo ROMANELLI Via Matteotti, 56 Bari,  procura.regionale.puglia@corteconti.it e p.c. A S. E. il Prefetto Ufficio Territoriale del Governo 74100 Taranto

Oggetto: Comune di Lizzano (Taranto) – Delibera di Giunta Comunale n. 170 del 18/10/2013 “Controversia Macripò Annamaria contro Comune di Lizzano. Provvedimenti a seguito della sentenza di secondo grado di giudizio n. 161/2013.

Taranto FC 1927. Riflessioni sul dialogo tra tifosi e istituzioni dopo il caso Matera-Taranto.

Il 7 ottobre scorso, a Roma, durante l’evento organizzato da “Supporters in Campo” e Lega Pro sul tema della governance del calcio, i tifosi, i club, le istituzioni calcistiche e quelle preposte alla gestione dell’ordine pubblico hanno assunto l’impegno di un confronto chiaro e costante anche sui temi della sicurezza nelle manifestazioni sportive

A Taranto, nei giorni scorsi, è stata registrata una prima prova di questo dialogo. A seguito del provvedimento che impediva ai tifosi rossoblù di seguire la squadra nella trasferta di Matera del 17 novembre, il presidente del Taranto FC 1927, Fabrizio Nardoni, con una lettera inviata alle istituzioni sportive, agli organi di Polizia e alle autorità competenti, ha contestato l’ingiustizia di una decisione che recava in sé un pregiudizio sulla condotta dei sostenitori tarantini. Dopo quella comunicazione, il Prefetto e il Questore di Matera si sono resi disponibili a rivedere il provvedimento iniziale, intavolando un confronto con i vertici societari del Taranto e del Matera. Sebbene, nei fatti, il divieto non sia stato rimosso, un dato incoraggiante sembra emergere: il dialogo con le istituzioni si è aperto.

A Matera e Taranto i grandi Mummenschanz

Sono l’unica compagnia che nella storia è rimasta in cartellone a Broadway per oltre tre anni senza dire una parola!

Sono i Mummenschanz, ovvero “i musicisti del silenzio”, la famosa compagnia svizzera di mimi che usano solamente l’espressività corporea per attribuire personalità ad oggetti che usano anche come maschere.

«LA QUALITÀ PAGA SEMPRE, COME TESTIMONIA IL CONCORSO INTERNAZIONALE SOL D’ORO»

Buyer esteri chiedono degustazioni in anteprima degli oli premiati. Il commento di Veronafiere-Sol sulle stime produttive della campagna olivicola 2013-2014

Verona, 14 novembre 2013 «La buona qualità e la produzione in linea con la media storica italiana della campagna olivicola 2013-2014 sono un ottimo auspicio per gli oli vergini ed extravergini d’oliva 100% made in Italy che ogni anno ottengono importanti risultati nell’ambito del Sol d’Oro. I premiati al concorso oleario internazionale, al quale partecipano quasi tutte le nazioni produttrici, dall’Argentina al Libano, riscuotono sempre una grande attenzione da parte dei 60 mila operatori, dei quali il 20% proveniente da 75 nazioni, di Sol&Agrifood, la rassegna internazionale dell’agroalimentare di qualità, che si svolge in contemporanea con Vinitaly.

MANDURIA. M5S. Territorio Zero, Rifiuti Zero, Agricoltura a Chilometro Zero

Incontro con i cittadini sabato 16 Novembre alle ore 18.00, Chiesa Santa Croce (nei pressi del Parco ecologico)

 Sono tre importanti idee su cui si fonda un nuovo modo di gestire la quotidianità che ci circonda. Un nuovo modo, moderno, rispettoso ed attento, di gestire il territorio ed i rifiuti ed il recupero dell’antica funzione di sostentamento locale dell’agricoltura possono essere il punto di partenza per superare il periodo di crisi che vive la nostra Comunità. Quelle che sembrano idee utopistiche e teoriche sono, in realtà, principi messi in pratica rigorosamente e con ottimi risultati in molti comuni e territori in Italia e nel resto d’Europa, con enormi vantaggi per la popolazione in termini di miglioramento della condizione sociale ed economica.

Piergiuseppe Sapio: “E’ un girone allievi molto equilibrato, anche se noi siamo in testa alla classifica”

Intervista di Marco Strusi al responsabile del settore giovanile della Polispostiva Sava

Bentornato in redazione, caro Piergiuseppe.

Ciao Marco, un saluto a tutti gli amici.

Capitolo Allievi: dopo ben cinque vittorie di fila, arriva il primo pareggio stagionale per gli atleti guidati da mister Chisena. Dove pensi che possa arrivare questo gruppo e cosa chiedi a questi ragazzi?

Sava. Lettera aperta all’assessore Agusto

Ma davvero vuole farci credere che quelle pere, in quello stato di conservazione, sono biologiche?

Fa piacere quando un assessore della squadra IAIa risponde, seppur indirettamente, alle tematiche che pone il nostro giornale. Eh già, quando non si è ruffiani è così. Ma andiamo al caso in “specie”, ovvero le pere marce, le arance bucherellate e le banane sfatte. Sfido chiunque, compreso lei assessore Agusto a confermare che quelle pere o banane  nel tragitto che va dalla scuola a casa si combinano in quel modo. Le foto, caro il nostro assessore sono eloquenti. Dicono tutto: è frutta marcia e sfatta. Quindi, frutta da non dare agli esseri umani, forse i porci sono i migliori destinatari.

SAVA. Agusto: “La questione delle mense scolastiche merita qualche precisazione”

Da una nota posta su facebook dall’assessore alla Pubblica istruzione savese

La frutta che viene servita ai nostri bimbi è solo frutta biologica, per cui è normale che in qualche piccola percentuale possano esserci dei pezzi “ammaccati”.  Per questo motivo la ditta gestore porta a scuola molta frutta in più, perché eventuali frutti non particolarmente belli a vedersi possano essere prontamente sostituiti. Di questo si occupano gli inservienti della ditta stessa, con la supervisione degli insegnanti e dei bidelli presenti (insegnanti e alunni mangiano insieme). Perché una pera simile a quelle fotografate e pubblicate qui su fb possa arrivare a casa è quindi necessario che l’inserviente non se ne accorga e che l’insegnante addirittura la metta nella cartella del bimbo. Ciò pare davvero difficile da immaginare, anche tenendo conto che la sensibilità al cibo è diversa fra individui diversi.

Stop alla “Shoah speculativa degli ulivi” e all’ “Olocausto chimico del Salento e dei salentini” con loro, nel grave rischio “Mal affaire Xylella”!

Forum Ambiente e Salute, Coordinamento Civico, Spazi Popolari

Si operi ASSOLUTAMENTE nel verso della cura di tutte le piante d’olivo in tutte le aree colpite, e senza distinzioni, piante per la stragrande maggioranza ben vive ed in ripresa, e si operi nel verso del potenziamento della biodiversità e dunque forza riequilibratrice dell’ecosistema rurale naturale!

TARANTO. IL 3 DICEMBRE “VIA DELLA FELICITA’ N° 8”

L’Associazione Culturale “Colpo di Scena” di Gianluca Ferrarese, presenta “Via della Felicità N°8”,  romanzo di Cesare Natale e Daniela Lelli (edito dalla casa editrice “Sillabe di Sale”) il 3 dicembre alle ore 17.30 alla Sala degli Specchi- Comune di Taranto

Saranno presenti il dott. Ippazio Stefano, Sindaco della città di Taranto, il consigliere Valerio Lessa, la dott.ssa Silvana Tarantini (relatrice), il poeta Giovanni Monopoli (relatore), Gianluca Ferrarese , presidente dell’Associazione Colpo di Scena, Anna Pinzuti Responsabile della casa editrice Sillabe di Sale. Verrà allestita una mostra pittorica a tema (La felicità) curata dalla pittrice Rosaria Piccione. Cesare Natale e Daniela Lelli, con il loro romanzo  evidenziano quella che è la tematica di tutta la loro attività artistica: l’amore che fa accettare le difficoltà e le supera dando un senso positivo al destino, qualunque esso sia.

All’Istituto “Galilei – Costa” di Lecce gli studenti si creano il lavoro mentre studiano e iniziano già a guadagnare

Occupazione giovanile … e se le scuole tecniche fossero tutte così? Letta potrebbe portare questi casi al vertice europeo di Roma nel 2014

Lecce – E’ probabilmente un caso unico in Italia e oggigiorno sembra più una bella favola che un fatto reale, eppure nel enricolettasm.jpgprofondo sud c’è una scuola superiore statale, un istituto tecnico, dove i docenti non si limitano ad impartire buone lezioni e ad interrogare, ad effettuare esercitazioni in laboratorio e ad organizzare stage presso aziende, ma, stanchi di vedere i loro diplomati continuare ancora oggi ad emigrare per cercare lavoro, da qualche anno hanno smesso di piangersi addosso e si sono rimboccati le maniche e stimolano e coadiuvano gli studenti nella creazione di lavoro innovativo. Imprese reali, dunque, vere e proprie start up con investimenti, bilanci e (possibilmente) profitti.

LIZZANO. DISCARICA ABUSIVA A CIELO APERTO

Esposto e immediato sopralluogo dei Carabinieri

Nei giorni scorsi durante un mio  girovagare  a “caccia” di discariche, giunto nel territorio del Comune di Lizzano mi sono trovato di fronte ad una  “voragine” dal diametro di circa 2.000 mq. e dalla profondità di circa 10 metri ricavata al centro di alcuni terreni agricoli coltivati ad uliveto e adibita da ignoti a discarica di “rifiuti speciali”.

SAVA. All’attenzione di Corrado Agusto, assessore alla Pubblica istruzione

Mensa scolastica del “Gigante”. Prenda provvedimenti, assessore. Immediatamente!

E’ tristissimo dover constatare, alla luce di questa foto, che la mensa del “Gigante” sia alquanto nella “norma”.

VISIBILI AL MONDO. Nella vita, siam tutti sulla stessa barca

Il denaro annebbia la vista. Offusca la mente. Inaridisce il cuore e ammazza i sentimenti

E’ sempre molto complicato riuscire a portare avanti un progetto di questo tipo, perchè è difficilissimo scardinare certe mentalità che sono chiuse a doppia mandata. E che rischiano di rendere vano, il mio impegno. Tant’è vero che alle volte penso se abbia veramente un senso proseguire. Poi però per fortuna, mi tornano alle mente le parole cariche di sprone di un Mio Caro Amico, che non molto tempo fa mi ha detto: “Quante volte ti ho detto che non bisogna mai demoralizzarsi, non c’è lo possiamo permettere”. Ed è proprio grazie a questo che prendo il coraggio a due mani, mi rimbocco le maniche, e vado avanti. Nella piena ed assoluta convinzione che questa Rubrica abbia una sua giusta ed adeguata utilità UMANA e MORALE.

TARANTO. Parenti e amici all’assalto della Caserma dei carabineri

E’ necessario però, alla luce di questo episodio, chiedersi com’è possibile che delle persone abbiano, con naturalezza pensato, di poter impedire degli arresti e non abbiano invece immaginato che, anche se qualora vi fossero riusciti per assurdo, la sostanza non sarebbe cambiata

Giorni fa,  cinquanta persone hanno assaltato la caserma dei carabinieri nel quartiere Paolo VI, per cercare di ostacolare il trasferimento in carcere di alcuni uomini, arrestati per furto di rame ed acciaio. Il gruppo di assalitori, di cui quindici ora individuati e denunciati per  tentativo di procurata evasione, danneggiamento ed arbitrario accesso ad area militare interdetta, era costituito da uomini, donne e ragazzini.

Lu Muertu cullu sarvaggenti

Cuardati mi tà ddà cretiri custu jiè nu fattu veru, mè successu lotru giurnu, intra llu cimiteru

Mni scia n’tra lli tombi senza fari nienti
cuannu aggiu istu tuttu ti paru,nu muertu cullu sarvaggenti.

Ghironda Winter. Chi vuol essere direttore artistico?

Il festival dove il pubblico è sovrano referendum aperto sino al 18 novembre. In lista ci sono Radici nel Cemento, Alex Britti, Malika Ayane, Canzoniere Grecanico Salentino, Buzz, Magoni-Spinetti e Zero Assoluto

Un festival a «democrazia partecipata», dove tutti possono diventare direttori artistici. Alla Ghironda Winter il pubblico torna ad essere sovrano col referendum che tanto successo ha avuto nelle precedenti edizioni.

Piano ambientale Ilva: Legambiente ha presentato oltre settanta Osservazioni e richieste di modifica

OSSERVAZIONI AL PIANO DELLE MISURE E DELLE ATTIVITA’ DI TUTELA AMBIENTALE E SANITARIA

(ai sensi dell’art. 1, comma 5 della legge n. 89 del 4 agosto 2013)

PREMESSA

Si ribadisce quanto sostenuto nelle premesse delle osservazioni inoltrate dall’associazione in sede di riesame dell’AIA rilasciata nel 2011.

Manduria Ambiente: concessa l’Aia dalla Regione, resta la patata bollente

I verdi segnalano il rischio ambientale all’Ispra e al Prefetto

 

L’adeguamento impiantistico previsto nel progetto allegato alla presente procedura Aia, il raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata previsti dal piano d’ambito adottato dal consorzio Ato 3 e il sopralzo della discarica di servizio / soccorso per l’incremento della volumetria di rifiuti abbancabili, garantirà un’autosufficienza della discarica, e quindi vita utile dell’impianto sino al 2026, con ampi margini di sicurezza. Tanto è scritto, in una piccola nota a piè di pagina contenuta nelle centinaia di pagine che compongono – allegati tecnici compresi – la determinazione n. 59 del Dirigente Ufficio Inquinamento e Grandi Impianti della Regione Puglia.

VIDEO. Sava. Piazza Risorgimento. Guardate questo nuovo lavoro …