DALLA STELLA POLARE … ALL’ORSA MAGGIORE

I grandi del reparto crescono e diventano Noviziato “Orsa Maggiore”

Domiziano, Francesca, Guido, Beatrice, Davide, Laura, Chiara, Roberta, Matteo, Giulia, Claudia, Nicoletta, Cassandro, Fabiola e Francesco  del Gruppo Scout Sava1  continuano la propria strada   su un sentiero tutto nuovo. 

Dopo i passaggi di unità e una veglia in notturna trascorsa in riva al mare  tra i forti venti di scirocco che hanno quasi fatto volare le tende, i 15 temerari  hanno scelto di vivere la loro prima avventura di compagnia …  A mezz’aria!!

Nel cuore del Salento a pochi chilometri dalla città bianca di Ostuni, la compagnia dell’Orsa Maggiore ha vissuto la sua indimenticabile avventura a mezz’ aria  nel parco avventura Ciuchino Birichino; se pure il nome lascia presupporre attività ludiche adatte ai bambini, cosi non è stato per i nostri temerari  che già fin dall’inizio del percorso si sono ritrovati ad affrontare passaggi Herbert di non poca difficoltà  e a volare da un punto all’altro grazie a delle carrucole che slittavano su cavi d’acciaio.

La masseria Carestia di Silvia Massari, che ospita al suo interno il parco avventura, ha permesso  ai ragazzi dell’Orsa Maggiore di vivere un intensa ed entusiasmante attività, che li ha visti protagonisti già fin dalla sera prima ; infatti  giunti sul luogo in serata e dopo aver montato l’accampamento, nel bosco di leccio adiacente la masseria, hanno iniziato la propria attività di veglia  in preparazione al prossimo Natale; l’aria suggestiva del bosco, la piccola chiesetta coi canti gregoriani, il frutteto del piccolo chiostro presente e la scelta finale di far volare delle   lanterne  accese con un messaggio di pace pensato da ogni ragazzo, hanno reso emozionante ed indimenticabile l’intera notte.

Ma la sorpresa più grande è stato l’indomani mattina quando, imbracati di tutto punto , moschettoni alla mano e caschetto alla testa, sono stati “lanciati” ad affrontare pericoli inattesi, a sfidare se stessi oltre le proprie paure e vivere l’avventura non più da esploratori sotto l’occhio vigile dei capi, ma da giovani novizi autonomi  e responsabili mettendo a frutto tutte le competenze acquisite per il raggiungimento del fine, che in questo caso era … tornare coi piedi per terra!!!

E’ solo una delle tante avventure che l’Orsa Maggiore  si appresta  a vivere; strada, comunità e servizio sono gli strumenti che questi giovani metteranno a frutto per un obiettivo unico  diventare bravi cristiani e onesti cittadini, rendendo il mondo migliore di come non lo sia adesso. Pur restando figli del nostro tempo e navigando in mari informatici con una mano al cellulare e l’altra alla “cica” questi 15 ragazzi sono l’eccezione , la “fuori regola”, una volta tanto in senso positivo, hanno deciso di vivere il loro tempo seguendo lo stile scout, vivere la natura e toccare il mondo con le mani … “la vita è un grande gioco che vale la pena vivere”, continuiamo a giocare allora… e a vivere.

Capo Fuoco Anna B.

Lascia un commento