COMUNICATO STAMPA. PD Gruppo Consiliare Comune Taranto

Oggetto: Piano di espansione comparto 3.2 

Il gruppo consiliare PD al comune di Taranto chiede di bloccare immediatamente la discussione in commissione assetto del territorio del piano di espansione del cosiddetto comparto 3.2; chiede inoltre la convocazione di una riunione di maggioranza per affrontare la questione urbanistica della città di Taranto, al fine di ribadire le priorità di questa amministrazione comunale e stilare un’agenda alla quale tutti si dovranno attenere, Dirigente, funzionari della stessa direzione e  amministratori.

Tale richiesta è stata già comunicata al Sindaco Ezio Stefàno che l’ha condivisa e che, come lo stesso gruppo PD, non ha compreso questa accelerazione dei lavori in commissione: un vero e proprio ‘blitz’, considerato che le priorità del nostro territorio sono ben altre, così come votate all’unanimità nel consiglio di marzo scorso.

Il gruppo  PD chiede che si proceda ad un approfondimento dei contenuti progettuali del piano, contenuti da condividere con i soggetti economici, sociali e professionali del territorio, al fine di rendere il tutto compatibile con le azioni già intraprese da questa Amministrazione, riguardanti finanche la redazione del Documento programmatico preliminare del piano urbanistico generale; lo stesso gruppo PD, ci teniamo a specificarlo, ritiene però che le priorità restano quelle contenute nel documento di indirizzo urbanistico approvato nella  seduta di marzo, ovvero :

–        Rigenerazione urbana della Città Vecchia e del Borgo;

–        Bonifica e riqualificazione del Quartiere Tamburi;

–        Completamento della periferia già urbanizzate come Talsano, Lama, S. Vito, Paolo VI, e Salinella;

–        Sviluppo turistico dell’Isola Amministrativa posta tra i comuni di Pulsano e Lizzano, attraverso la predisposizione di una Variante urbanistica utilizzando lo strumento della perequazione;

–        Bonifica, riqualificazione e sviluppo del Mar Piccolo.

 

Taranto 29/07/2013

Il Capogruppo PD

Gianni AZZARO

 

Lascia un commento