SAVA. PREMIATI GLI STUDENTI MERITEVOLI DALLA FAMIGLIA BELLOCCHI

Assegnate le borse di studio, in materiale didattico, ai sei studenti savesi che si sono distinti nello studio nei diversi indirizzi scolastici

Sava 7 luglio 2013, ore 20.30. Nella Sala Sant’Egidio, presso il Convento dei frati francescani, è il dottor Giuseppe Bellocchi, con alla sua sinistra la moglie, dott.ssa Cosima Basile, e alla sua destra il sindaco IAIA,  e dai banchi del pubblico è presente in prima fila anche il Presidente del Consiglio savese, Leonardo Gigante, ad aprire questo incontro indetto per la premiazione degli studenti savesi più meritevoli nell’appena passato anno scolastico. Bellocchi in apertura ringrazia l’infinita disponibilità dei frati francescani, in primis frate Rosario,  per tutti gli eventi culturali a cui hanno dato seguito, compresa questa manifestazione.

Dopo questa breve introduzione di Bellocchi, è la volta del giovane sindaco IAIA, il quale dal microfono esordisce con un “ringrazio la famiglia Bellocchi in quanto l’iniziativa è degna di un proseguo e merita tutta l’attenzione possibile. Credo che tutto ciò che esalta la bravura dei nostri ragazzi va, senz’altro,  elogiato” .

Dopo il sindaco IAIA, è la volta della dott.ssa Mimma Basile: “Lo scopo di queste borse studio, in materiale didattico, è nato nel voler dare ai ragazzi savesi meritevoli scolasticamente un premio per la loro dedizione agli impegni nei rispettivi Istituti scolastici di appartenenza”. Dopo questa breve introduzione, la dott.ssa Basile sottolinea le ragioni che hanno portato alla scelta di questi alunni rispetto agli altri. Ed ecco la risposta: ”Si è voluto scegliere ragazzi meritievoli ma, su tutto, coloro che vivono in condizioni non particolarmente agiate. Studenti che vanno dalle elementari, dalle medie fino alle scuole superiori savesi, questi ultimi frequentati fino al 4° anno”. La dott.ssa Basile spiega anche in base a cosa è stato determinata la scelta: “Le indicazioni ci sono state date dalle istituzioni scolastiche e, francamente, sono ragazzi che hanno una marcia in più rispetto agli altri e su questo dobbiamo dare atto anche alle loro famiglie”. Finite le ragioni che hanno spinto la famiglia Bellocchi a premiare questi studenti, è la volta della loro presentazione. E’ sempre la dott.ssa Basile che li chiama uno per uno e legge i giudizi di merito che accompagna ognuno di loro.

Ruggiero Dario, Liceo Scienze Applicate “Oreste Del Prete”

“Corretto nei rapporti interpersonali, vivace e desideroso di apprendere, si è distinto per l’impegno costante e l’eccellenza del profitto nel corso degli studi, conseguendo positivi traguardi in tutte le discipline”.

Russo Anna, Istituto d’Istruzione Superiore “G. Falcone”

“Considerate le risultanze positive emerse dalle valutazioni finali, considerato l’impegno costante profuso durante il corso dell’anno scolastico, considerato l’ottimo porfitto conseguito complessivamente”.

Mero Lorenzo, Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”

“Si riconoscono all’alunno l’assiduità nella fequenza, la costanza e l’impegno nello studio, passione e curiosità intellettiva per tutte le attività scolastiche, in particolare quelle espressive”

Contino Francesco, Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”

“Si riconoscono all’alunno l’assiduità nella frequenza, l’impegno e la serietà nello studio, la correttezza nel comportamento e la volontà di migliorare ed accrescere le conoscenze”.

Nardella Gaia, Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”

“Si riconoscono all’alunna assiduità alla frequenza, diligenza e impegno nello studio, disponibilità a collaborare generosamente con i coetanei”.

Soloperto Lorenzo, Istituto Comprensivo “Bonsegna – Toniolo”

“Dimostra un interesse per il sapere che va al di là dell’esperienza scolastica. Ottima disponibilità alle relazioni con i compagni e insegnanti nel rispetto delle regole della convivenza. Notevole senso di responsabilità: i suoi interventi sono stati uno stimolo per i compagni durante le lezioni. Ha svolto il ruolo di leader, proponendosi con garbo. Ha affrontato con spirito agonistico e leale i Giochi Sportivi  Studenteschi riportando successo personale e di gruppo”.

Ad ogni studente è stato dato, oltre alla borsa di studio in materiale didattico, anche un attestato di riconoscimento della manifestazione. Dopo le chiamate dal palco dei ragazzi, applauditissimi, è stata la volta del dott. Bellocchi il quale, senza vena di critica ma con dato di fatto, rivolto al pubblico e al giovane sindaco IAIA ha detto questo: “Ci meravigliamo del come mai l’amministrazione comunale savese non abbia voluto patrocinare questo importante evento. La comunicazione  per la  richiesta è stata fatta oltre due mesi fa. E non abbiamo avuto nessuna risposta in merito …”. Si chiude così una serata felice per i premiati e per tutti i familiari e parenti che sono accorsi nella Sala Sant’Egidio dei Frati francescani.

Giovanni Caforio

Lascia un commento