Arresti domiciliari per l’amministratore unico della Cerin

E’ il bitontino Giuseppe Donato Colapinto, 59 anni, proprietario della nota azienda di riscossione tributi. I fatti contestati riguardano un Comune nel napoletano

L’ amministratore unico della “Ce.r.in S.r.l.”, società per la riscossione dei tributi nel Comune di Mariglianella (Napoli), il bitontino Giuseppe Donato Colapinto, 59 anni, è stato arrestato, ottenendo i domiciliari, per presunta corruzione nella sua abitazione a Bari dai Carabinieri. Colapinto, affidatario dal 2004 del servizio riscossione tributi nel Comune a Nord di Napoli, avrebbe versato secondo il Gip di Nola, tra il 2009-2011, circa30 mila euro sul conto del responsabile dei servizi finanziari del Comune di Mariglianella, Ubaldo Fusco.

Sulla base delle indagini condotte dai carabinieri di Brusciano (Napoli) il pm della Procura di Nola Giuseppe Visone, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Colapinto.

L’imprenditore, la cui società ha sede legale a Bitonto (Bari), si sarebbe giovato dell’aiuto del funzionario comunale di Mariglianella che avrebbe ritardato più volte, nel 2009, l’espletamento della gara d’appalto per il servizio riscossione tributi, facendo ottenere una proroga alla “Ce.r.in S.p.a.” e poi favorendone le vittoria nella gara d’appalto finalmente espletata nel 2011.

Un immobile di proprietà di Colapinto a Bari è stato sottoposto a sequestro preventivo.

FONTE
dabitonto.com

Lascia un commento