SAVA. PROSEGUE LA PROTESTA DEGLI ESCLUSI ALLE ASSUNZIONI DELLA IGECO s.p.a.

Notte in tenda, montata davanti alla porta del Palazzo municipale

E’ ripresa da ieri la protesta, rincatenandosi al portone di ferro del  nostro Comune. Questa notte è stata montata una tenda da campeggio e la notte è trascorsa in questo modo. Una situazione che non si sta volgendo, al momento, a nessuna soluzione. Ieri sera l’emittente televisia Telenorba ha effettuato le  riprese televisive del caso e intervistato il sindaco IAIA su tutta questa vicenda, il quale ha ribadito  che “comprendo la difficoltà, ma non le strumentalizzazioni”.

La richiesta che viene fatta dai  disoccupati poggia su due fattori: il primo è la richiesta di un lavoro o di un sussidio. La seconda, invece, verte sulle dimissioni di un Consigliere di maggioranza reo di essersi rivolto a loro con parole offensive. Il tiro sale verso gli assessori: anche qui c’è la  richiesta di dimissioni del vice sindaco e assessore all’Ecologia e all’Ambiente e  quella dell’assessore ai Lavori Pubblici. Questi ultimi due sono accusati dai disoccupati di frasi irriguardose e deplorevoli  nei loro confronti.

La tenda collocata sulla porta del Municipio, hanno detto al nostro giornale stamattina, verrà rimossa prima dell’apertura degli uffici comunali e collocata di fianco al portone.  I disoccupati hanno ribadito che la loro protesta andrà al oltranza, fino a quando non saranno esaudite le loro richieste.

Lascia un commento