TRUFFE ASSICURATIVE. LO “SPORTELLO DEI DIRITTI” PRONTO A COSTITUIRSI PARTE CIVILE NEI PROCESSI

Il primo atto di costituzione martedì 23 aprile nel processo contro il liquidatore dell’Allianz Spa imputato per truffa ai danni della stessa società assicurativa davanti al Tribunale di Lecce

Sono anni che lo “Sportello dei Diritti” nella sua molteplice attività a tutela dei cittadini e dei consumatori e utenti, anche nella veste di assicurati e danneggiati, si adopera per la difesa ed un miglioramento del mercato assicurativo in nome della trasparenza e di maggiori diritti per assicurati e danneggiati, troppo spesso vittime incolpevoli di un sistema condizionato più dai furbi che dalle normali regole del mercato e dalle norme a garanzia dello stesso.
Per questa ragione, oltreché continuare nelle battaglie contro la lobby delle assicurazioni dopo la prima contro gli effetti dell’indennizzo diretto o l’ultima e attualmente combattuta contro la tabella “ammazza risarcimenti” a fianco delle associazioni delle Vittime della Strada, l’associazione ha deciso di costituirsi parte civile nei processi in cui ad essere imputati sono coloro che sono accusati di aver frodato le compagnie per le possibile ripercussioni sul sistema dei premi assicurativi che vanno a ricadere sugli assicurati e quindi sulla collettività intera.
Pertanto, fa sapere Giovanni D’Agata, fondatore e presidente dello “Sportello dei Diritti” che il primo atto di costituzione di parte civile sarà proposto martedì 23 aprile nel processo contro il liquidatore dell’Allianz Spa imputato per truffa ai danni della stessa società assicurativa davanti al Tribunale di Lecce.
A rappresentare l’associazione, l’avvocato Francesco Toto, già impegnato nelle difese di consumatori ed utenti a partire dal processo per i “piccoli azionisti Alitalia”, avendo appreso che anche la compagnia ALLIANZ Spa, individuata come parte offesa dal reato, si costituirà parte civile, difesa dall’avvocato Giuseppe Milli del foro di Lecce.

Lascia un commento