NON SOLO IMMONDIZIE MA ANCHE RESTI DI ANIMALI SEPOLTI TRA LE ORTICHE!

Questa mattina il fratello di Vittorio che insieme a degli operai da circa una settimana è impegnato nella “bonifica” del fabbricato trasformato in rudere, mentre erano intenti a ripulire l’ortale, sotto terra tra le ortiche hanno rinvenuto diversi resti di animali (molto probabilmente cani)

Dopo essere stato informato del macabro rinvenimento per i rilievi di legge ho provveduto a richiedere l’ intervento della Polizia Municipale di Torricella che è immediatamente intervenuta sul posto.
Le ossa saranno imbustate e trasportate presso il deposito del Comune di Torricella che provvederà successivamente a farle smaltire presso l’ inceneritore di Andria (BA).
Nei mesi scorsi delle condizioni di degrado ambientale ed igienico sanitario in cui è costretta a stare questa persona (che ha assoluto bisogno di essere aiutata),ne avevo interessato il Servizio Prevenzione Igiene e Sanità pubblica dell’ASL di Manduria, il Sindaco e i servizi sociali del Comune di Torricella. Questo essere umano indigente e disadattato ”sopravvive” per 365 giorni all’anno nella zona balneare del centro di Torre Ovo, con una pensione di invalidità di 277 euro mensili, in compagnia di un branco di cani randagi in un fabbricato( di cui possiede un quinto della proprietà)sprovvisto di porte, infissi e dei servizi essenziali come: acqua,servizi igienici,energia elettrica

Le sue condizioni di “cittadino fantasma”da me portate a conoscenza attraverso gli organi di stampa hanno destato non poca meraviglia nell’opinione pubblica anche perché se è pur vero che subito dopo il mio esposto sono intervenute le autorità sanitarie che hanno attestato lo stato di degrado ambientale ed igienico sanitario derivanti dal’assoluta mancanza di igiene e dalla massiccia presenza dei cani randagi che potrebbero arrecare danni alla tutela della sicurezza dell’incolumita’ e della salute pubblica(durante la stagione balneare le residenze estive si popola nodi nuclei famigliari) come è anche vero che é intervenuto Il Sindaco con un’ Ordinanza di messa in sicurezza, e i sevizi sociali che hanno relazionato al primo cittadino di aver “constatato le condizioni di invivibilità del fabbricato”, alla fine NULLA DI CONCRETO E’ STATO FATTO per portare a soluzione il problema!
La scoperta dei resti di animali interrati,forse morti di morte naturale o forse di morte violenta, lascia alquanto preoccupare così come preoccupa cos’altro possa nascondere nel suo interno la cisterna piena d’acqua che si trova nell’ortale e per la quale chiederò al Comandante della Stazione dei carabinieri di Torricella se sarà possibile prosciugarla.
Questa è una persona che ha bisogno dell’aiuto delle istituzioni poiché, anche se ora il fratello(al quale gli era stato sempre impedito con minacce di entrare in casa)si è preoccupato di bonificare e di fare la disinfestazione, passeranno pochi giorni e poi si ritornerà punto e a capo perché Vittorio con il suo inseparabile branco di cani (finché non deciderà di ammazzarne qualcuno per sostituirlo con qualche cucciolata)continuerà ad essere il “disadattato” di sempre.
Mimmo Carrieri

Lascia un commento